Riletture: Il lamento del bradipo, di Sam Savage

bradipo

Gentile capitano Barrows,
condivido il suo sconforto per lo stato in cui versa la letteratura americana (...) Oltretutto, come dice lei, la maggior parte di quelli che scrivono non ha alcuna dimestichezza con la grammatica, il che la dice lunga sui loro genitori e insegnanti, a prescindere da chi fossero. Personalmente, tuttavia, non sono purtroppo in grado di farci niente.

Cordiali saluti,
Andrew Whittaker

Ecco, io appartengo alla schiera di quelli (ce ne sono??) a cui è piaciuto più Il lamento del bradipo che Firmino, di Sam Savage. Firmino, si sa, è stato un vero caso letterario. Il Lamento del bradipo non lo è stato nella stessa misura perchè in un certo senso è un libro più 'difficile'.

Difficile perchè composto unicamente di lettere, penose lettere che lo sfortunato protagonista, Andrew Whittaker, scrive a tutti coloro in cui spera per uscire dalla penosa situazione, appunto, in cui si trova. Lettere all'ex moglie Jolie, a cui non si vergogna di confessare quanto senta la sua mancanza (e che, intuiamo, non sopportava più la sua logorrea).

Lettere alla badante della madre ricoverata in una casa di cura di cura (badante che esorta a non portare avanti odiose ripicche nei confronti - dell'altrettanto odiosa - genitrice). Ma soprattutto lettere ai morosi inquilini dei suoi appartamenti in affitto e lettere a tutti gli aspiranti scrittori che gli inviano manoscritti sperando nella pubblicazione su Bolle, la sua rivista letteraria d'avanguardia.

Bolle è una rivista d'avanguardia nel senso che non la legge nessuno, pur avendo - e forse soprattutto perchè - ha un profilo editoriale di qualità. E' un libro che non si legge tutto d'un fiato come Firmino, ovvio, ma è davvero un godimento intellettuale unico, e divertente (io sono scoppiata a ridere più volte nel corso della lettura) soprattutto per chi bazzica il mondo dell'editoria. Basta. Un libro che spumeggia ironia, da avere e conservare, per tutti i lettori Doc.

Sam Savage
Il lamento del bradipo
Einaudi
17.50 euro

  • shares
  • Mail