A Roma la seconda edizione del Salone dell'editoria sociale

logo fiera editoria sociale

Dal 22 al 24 ottobre riapre i battenti, a Trastevere nello spazio ex Gil, la seconda edizione del Salone dell'editoria sociale dedicato quest'anno all'educazione e all'intervento sociale. Ci saranno tavole rotonde, presentazioni di libri e circa 25 editori che esporranno i propri titoli. L'appuntamento di quest'anno è focalizzato appunto sull'educazione e quindi sulla scuola e su tutti gli attori coinvolti: insegnanti, ragazzi, genitori, educatori.

In un momento storico così cruciale per il mondo dell'istruzione pubblica porre l'accento sulla funzione educativa appare, a mio avviso, un intento necessario e, allo stesso tempo, coraggioso. Occorre ripensare al ruolo fondamentale della scuola pubblica e di tutti i servizi sociali che ultimamente vengono sempre più spesso posti in secondo piano perché non redditizi e perché, come ha affermato lo stesso ministro dell'economia Tremonti, "la cultura non paga".

Il Salone dell'editoria sociale "evidenzia il ruolo fondamentale dell’educazione nel contribuire alla crescita delle persone come individui autonomi, pensanti, piuttosto che come fruitori passivi e consumatori del mercato, del potere, dei media". Ecco alcuni nomi degli editori che saranno presenti all'iniziativa: Infinito edizioni, minimumfax, Edizioni dell'asino, Manifestolibri, Nottetempo, Quodlibet. Nell'ambito delle giornate verranno comunicati anche i dati relativi alla prima ricerca sull'editoria sociale in Italia.

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: