Polemiche, sette interviste a Louis Ferdinand Céline ripubblicate da Guanda

Polemiche, sette interviste a Louis Ferdinand Céline ripubblicate da Guanda Pochi autori, nella storia delle letteratura di ogni tempo e paese, sono stati attaccati e messi in discussione quanto Louis Ferdinand Destouches, per la storia della letteratura semplicemente Céline, autore di alcuni dei pilastri della letteratura del novecento come il Viaggio al termine della notte e Morte a Credito, ma anche di alcuni pamphlet, come Bagatelle per un massacro, che hanno gli sono valsi accuse di antisemitismo e di filo nazismo.

Per cercare di capire meglio la complessa personalità di questo incredibile scrittore non c'è niente di meglio che sentire la sua stessa voce, o meglio, leggerla, scorrendo quei suoi lunghi e celeberrimi monologhi polemici in cui si trasformavano quasi tutte le sue interviste e a cui queste sette, ripubblicate pochi mesi fa da Guanda precedute da una interessante introduzione di Ernesto Ferrero, non fanno eccezione.

Dai discorsi sullo Stile, incontestabile baricentro dell'attività letteraria di Céline, alle opinioni sulla scrittura, sulla modernità, sulla guerra, queste interviste – che pur peccano di scarsa attenzione redazionale, con ogni probabilità già presente negli originali fracnesi – hanno il pregio di fornire un'immagine diacronica e a tutto tondo dello scrittore francese. Un libro senz'altro interessante per fare qualche passo in più nel complesso universo céliniano.

Louis Ferdinand Céline
Polemiche 1947-1961
con un introduzione di Ernesto Ferrero
Guanda
euro 12,50

  • shares
  • Mail