La versione di Barney in pellicola

foto dell'attore Paul Giamatti Ecco il volto di Barney Panofsky, Paul Giamatti, al cinema. Chi di voi non ha amato l'irriverente, politically scorrect, antipatico protagonista del fortunato libro di Mordecai Richler? Eppure per scrivere la sceneggiatura ce n'è voluto di tempo, perché a Hollywood erano preoccupati che il pubblico non si sarebbe affezionato a un personaggio così, appunto, poco simpatico. E quindi hanno cercato di ammorbidirlo un po' e di mostrare il suo lato più umano sin da subito, "così la sua superficie esterna è dura, ha pessime abitudini a tavola, fuma sigari in faccia alla gente,è irriverente, ma ha sempre un cuore soffice.", racconta il produttore Robert Lantos.

Un'altra differenza rispetto al romanzo è l'ambientazione che è stata spostata da Parigi nella nostra capitale, "Sono stati girati moltissimi film sulla vita bohemienne a Parigi, ma pochi a Roma", ha evidenziato il regista Richard Lewis. La prima stesura del progetto è stata scritta dallo stesso Richler con Lantos, erano amici e per questo il produttore ha aspettato tanto prima di portarla a compimento, voleva essere certo di non tradire il libro. Qui potete vedere il trailer. Giorni fa in questa sede parlavamo di trasposizioni cinematografiche di romanzi che ci erano piaciute. Ci auguriamo che ne faccia parte anche questa.

Foto | Mymovies.it
Via | Repubblica

  • shares
  • Mail