Cigno Nero, di Bruce Sterling

Cigno Nero, di Bruce SterlingScrive Nassim Nicholas Taleb nel suo libro Il cigno nero. Come l'improbabile governa la nostra vita:

Ciò che qui chiameremo Cigno Nero, con la maiuscola, è un evento che possiede le tre caratteristiche seguenti. In primo luogo è un evento isolato, che non rientra nel campo delle normali aspettative, poiché niente nel passato può indicare in modo plausibile la sua possibilità. In secondo luogo ha un impatto enorme. In terzo luogo, nonostante il suo carattere di evento isolato, la natura umana ci spinge a elaborare a posteriori giustificazioni della sua comparsa per renderlo spiegabile e prevedibile.

Se volete questa spiegazione è un po' la chiave di apertura di un altro Cigno Nero, quello che dà il titolo al racconto di Bruce Sterling edito dalla casa editrice 40kBooks, che pubblica solo libri digitali. La partenza della storia è tipicamente cyberpunk (filone di cui Sterling è uno dei massimi esponenti): in un anonimo caffè si incontrano un giornalista corrotto e la sua fonte, un uomo vestito di nero che fa una sorta di spionaggio industriale che si fa chiamare Massimo Montaldo. Mano a mano, però, le cose cambiano e la storia assume connotati diversi, con racconti alternativi, inserti fantasiosi e via dicendo. Insomma un esempio di storia-ombra che è interessante e avvincente. Un esempio? Nella versione dell'Italia di Massimo Montaldo, Italo Calvino non è morto ed è un grande fisico:

“Nella mia Italia non è morto”, disse. “perché nella mia Italia, Italo Calvino ha completato i suoi Sei principi di base”.
“Calvino ha scritto Sei proposte, dissi. Sei proposte per il prossimo millennio. E fece in tempo a terminarne solo cinque, prima che morisse di un colpo apoplettico.”
"Nel mio mondo Calvino non ha avuto un ictus. Al contrario, gli è venuto un colpo di genio. Quando completò il suo lavoro, quelle lezioni non rimasero solo 'proposte'. Tenne sei lezioni pubbliche alla Princeton. Quando pronunciò il sesto, grandioso, ultimo discorso, sulla 'Consistenza', le sale erano piene di fisici. Anche di matematici. Mio padre era lì.”
Cercai rifugio nel mio taccuino. 'Sei principi di fondo', annotai, 'Calvino, Princeton, connessione'.
“I genitori di Calvino erano entrambi scienziati”, insisté Massimo . “Anche il fratello di Calvino era un scienziato. Il gruppo Oulipo era ossessionato dalla matematica. Quando tenne lezioni da genio, nessuno si sorprese.”

Un testo per quanti amano giocare con le varie possibilità della storia e con i voli della mente.

Bruce Sterling
Cigno Nero
traduzione di Jasmina Tešanović e Luigi Milani
40kbook, 2010
eBook, euro 2,99

  • shares
  • Mail