L'antitrust dà il via libera a Edigita. In Cina, intanto, apre un ebookstore con tre milioni di titoli

L'antitrust dà il via libera a EdigitaL'autorità garante della Concorrenza e del Mercato ha dato il via libera al Progetto Edigita (Editoria Digitale Italiana), progetto annunciato lo scorso maggio e che – leggiamo sul sito – sarebbe “la prima piattaforma digitale italiana dedicata esclusivamente alla distribuzione degli eBook, promossa da uno sforzo comune di tre fra i maggiori gruppi editoriali”.

Il fatto che sia la prima piattaforma digitale italiana per la distribuzione degli eBook non risponde al vero, e lo sanno tanto loro quanto gli utenti. Attualmente, infatti, sul mercato italiano ci sono due piattaforme per la distribuzione degli eBook già operative e funzionanti: Simplicissimus Book Farm e BookRepublic. E gli eBook sono in vendita su molti siti di editori (e anche su alcuni siti di genere vario, come, per esempio, Pilade ed Ebooksitalia che, però, a livello grafico, a mio modo di vedere, sono un po' debolucci).

Edigita è promossa da Feltrinelli, Messaggerie Italiane con GeMS, RCS Libri. Mondadori non ha aderito in quanto intende promuovere gli eBook su Bol.it dal prossimo autunno. Stando ai propositi di Edigita, dunque, dal prossimo novembre saranno disponibili sul mercato italiano oltre 1.500 titoli in eBook, il che è un bene per il mercato degli eBook. Per ora si tratta di propositi perché, da fatto, non c'è nulla.

Nel frattempo, il principale editore digitale cinese – Shanda Literature Group – non solo ha aperto un proprio store in cui si possono comprare più di tre milioni di titoli, ma anche lanciato sul mercato Bambook, un proprio eReader dotato di tutte le funzionalità principali, connessione wifi inclusa. Credetemi: nel campo degli eBook ne vedremo delle belle!

  • shares
  • Mail