Inaugurata la stazione metropolitana di Mosca: Dostoevskij spinge al suicidio

murales metro mosca

E' stata inaugurata oggi la stazione metro di Mosca che aveva destato non poche polemiche. L'oggetto della disapprovazione sono i murales tratti da uno dei romanzi più conosciuti di Fedor Dostoevskij, Delitto e castigo. Le scene, definite cupe e macabre, spingerebbero i passeggeri, secondo opinionisti e psicologi, al suicidio. I pannelli raffigurano un uomo nell'atto di spararsi, due donne uccise con un'ascia e altri soggetti, tutti su marmo bianco, grigio e nero.

Nonostante le opposizioni di media e cittadini la stazione oggi, dopo vari rinvii, è stata aperta e le immagini dominano ora i muri della Dostoevskaya. Non so voi, ma io camminando per i corridoi della metro di Roma preferirei di gran lunga i murales tratti da un grande libro che pubblicità sprizzanti allegria costruita e palesemente finta. Che ne pensate?

Via | Repubblica.it
Foto | LiveJournal

  • shares
  • Mail