La battaglia sugli ebook scuote l'America

La battaglia sugli ebook scuote l'America
Leggendo alcuni blog americani negli ultimi giorni, primo tra tutti il Rex Hammock's Blog, ho scoperto l'esistenza di una inquietante battaglia all'ultimo sangue tra alcuni dei maggiori Publishers e Amazon, che oltre ad essere tra le più grandi aziende di e-commerce al mondo, detiene anche la paternità di Kindle.

La battaglia in questione ha come posta in gioco la conquista di una importante fetta del nuovo mercato librario virtuale, una fetta che Amazon vorrebbe accaparrarsi grazie alle vendite delle edizioni elettroniche a prezzi scontati (generalmente a 9,99$) tramite Kindle.

Ma alcuni dei più grandi Publishers americani, da Penguins a HarperCollins, dietro le cui spalle è ben visibile l'ombra lunga di Steve Jobs, che non hanno accettato molto pacificamente il tentativo di Amazon di mettere le mani su questo grande business, hanno trovato un modo per minare la politica degli sconti di Amazon, un modo molto semplice a dire il vero: imporre un prezzo base del libro in versione digitale più alto del normale, rendendo completamente inefficace lo sconto di Amazon che, seppur applicato, potrebbe arrivare ad un prezzo finale superiore anche di 10$ rispetto al hardcover.

In realtà non so dirvi se ci troviamo di fronte ad una legittima battaglia per la supremazia combattuta con tutte le armi a disposizione o se invece siamo di fronte ad una coalizione puramente anti Amazon. Sta di fatto che l'ampiezza dello scontro lascia intendere che gli interessi in gioco sono enormi.

Via | Rex Hammock's Blog

  • shares
  • Mail