Dal 31 maggio al 6 giugno: la libertà di stampa e i libri, un'iniziativa congiunta di editori, scrittori e librai.

Dal 31 maggio al 6 giugno: la libertà di stampa e i libri, un'iniziativa congiunta di editori, scrittori e librai. Sempre nell'ambito delle proteste contro il ddl intercettazioni, ritenuta dal mondo editoriale molto limitante nei confronti della libertà di stampa in Italia, dal 31 maggio al 6 giugno, si svolgerà in tutte le librerie che vorranno aderire, un'iniziativa congiunta di editori, scrittori e librai per dare voce alle parole e alle riflessioni sulla libertà di stampa contenute proprio nei libri, dai classici ai contemporanei.

L'iniziativa verrà inaugurata con una seduta di apertura che si terrà al Teatro Quirino di Roma lunedì 31 maggio alle ore 17.00 alla quale parteciperanno editori, scrittori e librai, tra cui Corrado Augias, Andrea Camilleri, Gianrico Carofiglio, Rosetta Loy, Antonio Pascale, Stefano Rodotà, Giovanni Sartori, Tiziano Scarpa, Marco Travaglio, che, insieme a molti altri, leggeranno brani di libri dedicati alla libertà di informazione e di stampa.

La mia speranza, dal lettore e da cittadino, e che questo evento, caleidoscopico perché basato su un numero potenzialmente enorme di microeventi, possa allargarsi endemicamente a tutta la penisola, a tutte le librerie, a tutte le biblioteche, entro le quali, almeno per un momento, gli italiani potranno riassaporare i piacere di pensare.

Via | Chiarelettere Blog

  • shares
  • Mail