Le sorelle Brontë in difesa della scrittura di genere

Nella lunga diatriba a proposito della scrittura di genere ecco le ottocentesche sorelle Brontë (Charlotte - autrice, tra gli altri, di Jane Eyre, Emily – autrice di Cime tempestose, Anne – autrice di novelle e di Agnes Grey) trasformarsi in gioco in cui, armate dei loro libri, sfidano la boria dei colleghi autori maschietti fino a trasformarsi in un brontësauro che fa fuori la saccenza autoriale maschile (e pazienza se il brontosauro, quello originale, era erbivoro...)

Al di là del video e del divertente gioco, ancora oggi, da più parti, si storce il naso se si parla di scrittura di genere anche se, almeno per me, è abbastanza ovvio che il modo di scrivere, di narrare, di porsi dinanzi alla pagina bianca sia diverso a seconda se chi impugna la penna sia di sesso femminile, maschile o – perché no? – non definito.

A occhio, voi leggete più libri scritti da donne, da uomini o indifferente?

  • shares
  • Mail