È morto Edoardo Sanguineti

� morto Edoardo Sanguineti

Fin de siècle
avrò un tre versi, un sei secondi, ancora:
millennio mio, mi è finito il cammino:
ero un file:
e il tuo bug qui mi divora:

Presso l'ospedale Villa Scassi di Genova è morto oggi, a 79 anni, Edoardo Sanguineti. Intellettuale, poeta, scrittore, docente di letteratura all'Università di Torino, Salerno e Genova, autore di teatro, critico, saggista, Sanguineti è stato uno degli esponenti di spicco del Gruppo 63, che, richiamandosi alle avanguardie degli inizi del secolo, si ispirava alle idee del marxismo e alla teoria dello strutturalismo.

Premessa
in principio è il silenzio:
(poi si è fatto saliva, muco, sangue, sudore, orina):
(si è fatto sperma, merda): (e gesto): e un gesto è la parola: è voce che,
tangibile, ti tasta: (si è fatto borborigmo, fischio, gemito):
ma, a me,
la poesia già non mi piace (quasi quasi) più: e veramente, poi, da sempre,
io ho cercato di affondarmi e affogarmi, zavorrandomi, morbido e muto,
qui, dentro la prosa pratica del mondo:
adesso, per finire, torno,
annaspando stanco, verso il mio primo principio: (gesticolando): (in silenzio):

Poesie tratte da Edoardo Sanguineti, Il gatto lupesco. Poesie (1982-2001), Feltrinelli 2002

Foto | Quijote

  • shares
  • Mail