Marsilio punta sugli scandinavi e annuncia l'acquisto dei diritti dell'erede svedese di Dan Brown

Marsilio punta sugli scandinavi e annuncia l'acquisto dei diritti dell'erede svedese di Dan Brown
Dopo il successo incredibile e quasi inarrestabile della trilogia Millennium di Stieg Larsson, la Marsilio non getta assolutamente la spugna per quanto riguarda la letteratura popular di origine scandinava, anzi rilancia. Dalle dichiarazioni rilasciate ad Antonio Prudenzano di Affaritaliani da parte di Francesca Varotto, responsabile della narrativa straniera, la Marsilio avrebbe messo le mani sull'erede svedese di Dan Brown, tale Jan Wallentin.

Il libro in questione, su cui tutti scommettono e che porterà probabilmente Jan Wallentin, reporter televisivo quarantenne, sulla cresta dell'onda editoriale europea e americana, sarà in libreria in Italia a partire da gennaio 2011 e si intitolerà La Stella di Strindberg: ambientato ai giorni nostri, il romanzo punta su alcuni degli ingredienti chiave dell'ultima ondata di fanta-thriller, genere di cui Dan Brown è da dieci anni protagonista, vale a dire, nell'ordine, un bell'oggetto del mistero – la Stella di Strindberg per l'appunto – un medico esperto di teologia e di scienza dei simboli e una setta segreta di nazisti.

Come i bambini, che prima di addormentarsi chiedono al papà di raccontare la loro storia preferita, quella che conoscono ormai a memoria e che più li tranquillizza, allo stesso modo i lettori – e lo dimostrano le pazzesche statistiche di vendita di questi libri – sembra che vogliano sentirsi raccontare continuamente le infinite variazioni della stessa storia. Ho il sospetto che i due atti, quello del bambino e quello del lettore, non siano poi così differenti: probabilmente dietro ad entrambi c'è il bisogno di sentirsi protetti, di affrontare il mondo nel modo meno problematico possibile.

Via | Affaritaliani.it

  • shares
  • Mail