Libri curiosi: "Risosofia. Aristotele, Kant, Hegel, Marx, Freud e altri burloni", di Pedro Gonzalez Calero

risosofia Cosa ci sia da ridere nella filosofia ce lo spiega Pedro Gonzalez Calero, che per le edizioni Ponte alle grazie pubblica questo curioso "Risosofia".

L'autore ha un bel curriculum professionale. Non solo la pubblicazione del precedente 'Rido, ergo sum', ma soprattutto il fatto di essersi esercitato nei più disparati mestieri. Leggo, infatti, che è stato spazzino, archivista, professore di filosofia e...burattinaio.

Mi ricorda un po' il curriculum del mitico autore della Legge di Murphy, come è noto tuttofare anche lui.Nel suo volume, Calero racconta le 'passioni' sensuali di Diogene, che esprimeva le sue pulsioni in pubblico, commentando poi ironicamente''Magari bastasse strofinarsi la pancia per smettere di avere fame'.

Ma nel libro si narrano anche le battute sagaci di Voltaire, a cui un amico offerse ironicamente 'Il ministero dell'Idiozia' e lui rifiutò dicendo di avere 'troppi concorrenti, a partire dai quattro tizi che sono seduti con lei', o della terribile moglie di Diderot (peggio della Santippe di Socrate) o di quella di Freud, che poneva ben precisi limiti alla sua passione per la psicanalisi.

E così via, in un rocambolesco turbinare di aneddoti che rendono tanti grandi della filosofia più umani. Come nel caso di Heidegger, che perso nei suoi impianti teoretici si vestiva quasi sempre con gli stessi abiti da contadino. Completi che dai suoi alunni venivano sbeffeggiati come 'l'abito essenziale'.

Tante anche le notazioni ironiche di grandi pensatori sull'essenza della loro disciplina. 'Spesso quel che i filosofi dicono della realta' e' deludente quanto un cartello 'Qui si stira' appeso sull'uscio di un rigattiere - scrive ad esempio Kirkegaard - Se porti i tuoi abiti sperando di farteli stirare, ti troverai beffato: e' solo un cartello in vendita'.

Pedro Gonzalez Calero
Risosofia
Ponte alle grazie
12 euro

  • shares
  • Mail