L'inganno linguistico di Gabriele Cacciari

L'inganno linguistico di Gabriele CacciariÈ uno dei miei passatempi preferiti: ascoltare quanti parlano in tv e valutare come usano le parole. Molti, e questo è un po' desolante, oltre a prendere fischi per fiaschi, usano la nostra lingua quasi asservendola ad un (perverso) disegno mentale che solo loro conoscono. Parlare (e scrivere) bene è non solo un ottimo biglietto da visita, ma anche un modo per comprendere la realtà che ci circonda.

Per evitare di subire ogni sorta d'inganno linguistico è necessario saper distinguere le obiettive costrizioni linguistiche e culturali che condizionano l'espressione del pensiero dalle molteplici motivazioni tendenti a trasformare la lingua da mezzo di comunicazione in uno strumento d'induzione comportamentale. È quindi importante una formazione culturale che favorisca il pensiero logico mediante un'attenta valutazione della realtà circostante per giungere ad un comportamento personale privo di preconcetti e pregiudizi, evitando la diffusa presunzione di sapere ancora prima di conoscere.

Il dottor Gabriele Cacciari – fondatore dell'ACRE Assocazione Culturale Regioni Europee – nel suo prezioso saggio L'inganno linguistico (una piaga sociale) analizza diverse parole della nostra lingua confrontandole sia con termini simili di altre lingue, sia contestualizzandole dal punto di visto storico e socioculturale. Ne scaturisce un interessante spaccato della contemporaneità linguistica che ci permette di cogliere le sfumature del parlato (e, di conseguenza, per citare il titolo, i vari inganni linguistici ai quali – anche inconsapevolmente – andiamo incontro).

Unica pecca – se così vogliamo dire – di questo saggio è che è quasi impossibile da trovare in libreria: è una pubblicazione di quest'anno 2010 (anche se nel libro non c'è data alcuna) ma non ha ISBN e, per quanto ne sappia, è stampato pro manuscripto.

Gabriele Cacciari
L'inganno linguistico (una piaga sociale). Saggio di pedagogia linguistica
Abilux, Bologna [dati presi dalla copertina], s.d. [ma 2010]
pp. 126, euro 15,00

  • shares
  • Mail