Anche l'isola di Robinson Crusoe tra quelle devastate dallo tsunami

Anche l'isola di Robinson Crusoe devastata dallo tsunami
Tra i devastanti effetti del terremoto che ha recentemente devastato il Cile e che ha provocato un devastante tsunami nel pacifico c'è da registrare anche la devastazione di un'isola, distante circa 700 chilometri dalle coste cilene, denominata Isla Robinson, dal nome del celeberrimo protagonista dell'altrettanto famoso romanzo di Daniel Defoe, pubblicato nel 1719 con il titolo The Life and Strange Surprising Adventures of Robinson Crusoe.

L'isola dove visse per 4 anni Alexander Selkirk, l'uomo la cui storia ispirò Defoe, e dove si dice che pirati del calibro di Francis Drake seppellissero i loro tesori è stata investita dalle immense onde dello tsunami di sabato 27 febbraio alle 4 di mattina causando la morte di 16 persone (ma sarebbero state molte di più se una bambina non avesse dato l'allarme in tempo), devastando gran parte del villaggio di San Juan Bautista, e spazzando via la statua di Robinson Crusoe che campeggiava sul molo.

Anche l'archivio comunale è stato devastato dalla furia del mare, insieme alle sue preziose carte che, almeno a quanto dice il sindaco, avrebbero testimoniato che "a Isla Robinson sono stati nascosti, insieme ai famosi barili di monete d'oro, dodici anelli papali, la chiave del Muro del Pianto, la Rosa dei Venti e perfino il prezioso collare della moglie di Atahualpa, il re degli Incas". Ma forse queste storie di pirati e di leggende condividono con il signor Crusoe l'appartenenza al mondo della letteratura, della finzione.

Via | Repubblica
Foto | Google Maps

  • shares
  • Mail