Fa il suo esordio letterario in Francia Pierre Simenon, figlio di Georges

Fa il suo esordio letterario in Francia Pierre Simenon, figlio di Georges Come in ogni campo artistico, anche nel mondo della letteratura capita non di rado che un figlio cerchi di seguire, con alterne fortune, le orme del padre, da Alexandre Dumas Figlio e Klaus Mann, fino al più recente Dan Fante, di esempi di rivalità letteraria familiare di questo tipo ne esistono parecchi e, quasi tutti, hanno avuto come esito la vittoria paterna.

L'ultimo esempio arriva dalla Francia, dove è appena uscito, edito da Flammarion, Au nom du sang versé il primo romanzo di Pierre Simenon, figlio di Georges, uno degli inventori di trame poliziesche più amati al mondo. Per rendere ancora più accattivante l'inevitabile confronto con il padre, anche Pierre ha deciso di dedicarsi alla letteratura dell'intrigo, in particolare al thriller, una delle tante varianti dell'intrigo che negli ultimi anni sta spopolando in tutto l'occidente.

Au nom du sang versé, che in italiano suonerebbe come Nel nome del sangue versato, è la storia di Antoine Demarsands, un brillante avvocato di Los Angeles che, richiamato in Svizzera per i funerali della madre si ritrova a dover fare i conti con il passato del padre, collaborazionista durante la seconda guerra mondiale. Che ne dite, sarà all'altezza del padre? A livello pregiudiziale, sia per lo sfavore della statistica, sia per l'abbozzo di trama, direi di no. Prima di scoprirlo però dovremo aspettare che qualcuno lo traduca.

  • shares
  • Mail