Misticanze di Gian Luigi Beccaria

Misticanze. Parole del gusto, linguaggi del cibo di Gian Luigi BeccariaA dispetto del titolo – Misticanze. Parole del gusto, linguaggi del cibo – il libro di Gian Luigi Beccaria (Garzanti Libri) non è un testo di cucina ma un viaggio nella lingua italiana che si confronta con l'aspetto culturale della cucina. Un libro che apre i sensi del lettore ad una conoscenza approfondita del frastagliato mondo della cucina italiana.

Misticanza sta per mescolanza in un caleidoscopio di colori e sapori che non è mai uguale a se stesso, così il libro di Gian Luigi Beccaria – storico della lingua e critico letterario – ripercorre in un movimento continuo il territorio italiano nelle sue mille e mille ricette e tradizioni che rendono evidente quanto per noi il cibo, oltre al gusto, rappresenti una vera e propria liturgia del piacere. Parlare di cibo, di ricette, di tradizioni culinarie è arte non semplice soprattutto se si è privi di quell'indispensabile retroterra culturale che fa, ad esempio, delle semplicissime frappe una bussola nei piatti carnascialeschi che, accarezzando il palato con aromi e dolcezze, uniscono nord, sud, est e ovest nel comune desiderio di concedersi al piacere conviviale. Poco importa che si dicano cenci, chiacchiere, galani: il piacere è unico.

In Misticanze si scopre – non si “riscopre” – la complessità delle parole del gusto e dei linguaggi del cibo che ci salvano dal maremagno delle varie prove di cuochi incensati e in odore di onnipotenza. Un esempio è l'ode all'insalata di Alfonso Gatto (pag. 27):

Per la verde lattuga trasparente,
fresca la foglia aperta al suo ventaglio,
c'è quest'olio di luce, queste mente
di poggio e dal suo tartaro fiorita
la viola d'aceto, spicca l'aglio.
Il carciofo nell'indaco s'abbruna
al suo verde di panno e di laguna.
Rosso il radicchio a prendere s'avvita
nel suo cespo croccante. È la tua tavola,
un giorno che riposa – nel nome d'ogni cosa.
Ed è quasi una favola.

Gian Luigi Beccaria
Misticanze. Parole del gusto, linguaggi del cibo
Garzanti Libri, 2009
pp. 233, euro 15,00

  • shares
  • Mail