Harry Potter e il Principe Mezzosangue: anticipazioni

Harry Potter 6Al 16 luglio, giorno dell'uscita della sesto libro del maghetto, mancano 127 giorni.

E se uno è un fan appassionato, come me, dopo aver riletto i libri in italiano e letto anche quelli in inglese non sa che fare. Decide così di appendersi in casa il poster di Harry, con la fatidica data. Grazie a Scholastic per averlo messo a disposizione.



Però io lo so bene che un poster sulla parete basta a compensare la curiosità di sapere cosa succederà ne Il Principe Mezzosangue.

E' per questo che da giorni sono in rete alla ricerca di qualche anticipazione, e oggi posso finalmente proporvi queste previsioni.

Mettetevi comodi.



Il Principe sarà più corto dell'Ordine della Fenice, avrà meno di 38 capitoli.

Harry compira' il 16esimo anno e frequentera' il suo sesto anno ad Hogwarts, e le vicende raccontate avranno luogo fra il giugno 1996 e il luglio 1997. La Rowling ha dichiarato che stavolta egli non passera' molto tempo a casa dei Dursley, durante le vacanze estive. Al contrario, questo sara' il soggiorno piu' breve che abbia mai dovuto sopportare. Del resto, alla fine del quinto libro, alla stazione di King's Cross, Hermione lo aveva congedato con un "A prestissimo. Promesso", mentre la signora Weasley gli aveva sussurrato: "ti faremo venire via di lì il prima possibile". Durante quel periodo Harry conoscera' anche i risultati dei suoi esami G.U.F.O.



Tiri un sospiro di sollievo chi temeva di vedere il trio dei maghi più popolare dell'universo: Harry, Hermione e Ron, ci saranno sempre, grandi amici come al solito nonostante i piccoli screzi. Fra i professori, stiamo tranquilli: li ritroveremo tutti tranne l'insopportabile Umbridge che naturalmente dovrà essere rimpiazzata con un nuovo insegnante di difesa dalle arti oscure.



Secondo le dichiarazioni della Rowling, sappiamo inoltre che i Babbani noteranno sempre maggiori stranezze attorno a loro, ora che Vodlemort è tornato, che ci sarà un nuovo Ministro della Magia al posto di Cornelius Caramell, mettendo a ricoprire la sua illustre posizione un ministro forse più giovane che pare essere molto competente in merito ai fatti e ai disfatti del mondo magico. Per quanto riguarda Hagrid non temete, ci sarà ancora lui accompagnato, per la gioia dei suoi fans, dal fratello Grop che ha buone speranze per modificare le sue maniere più da orco che da gigante in maniere da gigante bene educato.



Harry potrebbe avere una nuova love story.



Il mondo dei maghi sarà in guerra aperta e senza ritorno, mentre Harry dovra imparare ad aver ragione dei propri sentimenti se vorrà essere utile e fare la sua parte. L'autrice ha inoltre fatto sapere che momenti molto difficili attendono il giovane protagonista nel corso del suo confronto con Voldemort.

La scrittrice ha dichiarato anche che Harry vedrà morire per mano di Voldemort in persona uno dei suoi compagni. Chi sarà mai lo sfortunato protagonista di questo ennesimo triste capitolo?
Alcune ipotesi.

Neville Paciock è senza dubbio uno dei candidati più probabili. Seconda una profezia, infatti, un ragazzo nato alla fine di luglio da genitori che per tre volte hanno sfidato Voldemort potrà sconfiggere l'oscuro signore. Prima che Voldemort scegliesse senza saperlo Harry come suo pari, trasferendo in lui parte dei suoi poteri, anche Neville aveva le caratteristiche elencate nella profezia. Sappiamo con certezza che Voldemort non ascoltò mai l'intera profezia e forse potrebbe voler uccidere il ragazzo per evitare che possa intralciare i propri piani di conquista.

Hermione Granger, potrebbe essere una candidata perfetta, anche se a è poco probabile che la scrittrice decida di uccidere uno dei protagonisti più importanti e amati dal pubblico.

Ron Weasley, la sua morte potrebbe distruggere Harry e renderlo debole, e se Voldemort lo scoprisse non esiterebbe ad uccidere Ron Weasley. Come è quasi avvenuto nel primo libro, Ron potrebbe inoltre sacrificare la propria vita per salvare quella di Harry.

Luna Lovegold è un personaggio particolare e considerata la sua stretta parentela con il direttore de Il Cavillo, la sua morte potrebbe essere importante. Se Voldemort vuole riprendere l'antico potere, avere in pugno un giornale potrebbe essere molto importante: eliminando Lunatica e facendo ricadere la colpa su Harry, infatti, risucirebbe a ottenere i favori della Stampa Magica.

Ginny Weasley ha già rischiato di morire una volta. Se non fosse stato per Harry Voldemort l'avrebbe quasi uccisa nella Camera dei Segreti. Voi-sapete-chi potrebbe ora voler finire ciò che aveva iniziato, considerato anche quanto Ginny si è rivelata pericolosa nei sotterranei del Ministero.

Draco Malfoy, ipotesi che lascia alquanto perplessi ma forse però potrebbe capitare in incidente, oppure la vendetta di Voldemort su Lucius Malfoy per aver lasciato che la sfera della profezia andasse distrutta potrebbe ricadere sul figlio.

Tiger e Goyle, anche i due tirapiedi di Draco potrebbero essere vittime accidentali. Se causa della loro morte, poi, fosse lo stesso Harry, non sarebbe difficile accentuare l'odio tra il nostro eroe e Draco. Dal momento che i genitori di Tiger e Goyle sono legati a Voldemort, potrebbero inoltre essere sacrificati da Tu-sai-chi per legare a sè i propri servitori.

Cho Chang, ex ragazza di Harry, altra candidata. La causa della sua morte potrebbe essere proprio il legame con il giovane Potter. Cho odia Voldemort per aver ucciso Cedric e non è da escludere che alla prima occasione provi a vendicarsi anche a costo della vita.



Di certo, basandosi su quanto accaduto nel quinto libro, sappiamo che Neville dovrà rimpiazzare la propria bacchetta - incidentata nello scontro coi Mangiamorte al Dipartimento dei Misteri - e che il veto di pubblicazione posto da Hermione su Rita Skeeter avrà termine.

Il Ministero della Magia si occupera' infine di redigere opuscoli-guida all'autodifesa e di distribuirli a tutte le famiglie. Probabilmente Harry tornerà a fare il Cercatore per la squadra del Grifondoro, visto che Dolores Umbridge non si frappone più fra il ragazzo e la sua passione per il Quidditch e ci verrà finalmente rivelato se egli intraprendera' davvero la carriera di Auror. Apprenderemo anche quale sara' la scelta di sbocco professionale operata da Hermione e Ron e vedremo tutti e tre impegnati con gli esami del M.A.G.O.



Infine, la Rowling ha dichiarato che il sesto libro e' da considerarsi come la prima di due parti (la seconda è ovviamente rappresentata dal settimo e ultimo libro, di cui ella ha già scritto l'ultimo capitolo, custodito gelosamente in un luogo solo a lei noto). Nel corso del sesto e/o del settimo libro vedremo ancora l'Auror Tonks e Mirtilla Malcontenta.

Narcissa Malfoy sarà più presente e Harry rivelerà la Profezia che lo riguarda alle persone a lui più care. Scopriremo infine la ragione per cui Sirius è stato eliminato e che la forma della cicatrice non e' il solo elemento cruciale della storia.



Per evitare voci inutili, sul sito ufficiale dell'autrice, sono state rese note delle smentite su alcuni argomenti salienti.

Silente non è il nonno di Harry e nemmeno Voldemort è imparentato con Harry.
I genitori di Harry non sono ancora vivi e nessuno dei due ha avuto mai a che fare con i mangiamorte. Il gatto Grattastinchi non è un animagus, Neville non è figlio di Peter Minus ed Harry non lavorerà al Ministero della Magia nel 7° libro, così come Artur Weasley non diventerà Ministro della magia. Luna e Neville non si metteranno insieme.



L'autrice, che ama stuzzicare la fantasia dei lettori, concede delle anteprime su un nuovo personaggio:

"Aveva l'aspetto di un vecchio leone. C'erano striature grige nella sua fulva criniera e nelle folte sopracciciglia; aveva acuti occhi giallastri sotto un paio di occhiali rotondi di metallo, aveva l'aspetto elegante anche se zoppicava leggermente".

E sulle relazioni tra Harry e il Principe Mezzosangue, precisa: "La trama del "Principe" non ha alcuna somiglianza con la trama della "Camera", e non è un rimasuglio della "Camera". La storia del "Principe" parte dal punto in cui è terminata la "Fenice" e non salta indietro di quattro anni prima. E' vero, si parla di eventi che si sono verificati nella "Camera" ma, naturalmente, si parla anche di eventi che si sono verificati nella "Pietra", in "Azkaban", nel "Calice" e nella "Fenice". Una scoperta fatta da Harry nella "Camera" prelude a qualcosa che scoprirà nel "Principe".



Ci siamo chiesti quindi chi può essere il Principe.

Seamus Finnigan, di lui sappiamo pochissimo. E' da lui stesso che veniamo a conoscenza del fatto che è figlio di un babbano e di una strega. Non ha rilevanza come personaggio e viene appena accennato. Dubitiamo quindi, che esso venga scelto per interpretare l'ambito ruolo.

Justin Finch-Fletcheley, è un mago non particolarmente brillante smistato a Tassorosso e di lui scopriamo, nel secondo libro, che ha origini babbane. Nel suo curriculum di mago vanta essere stato una delle vittime del Basilisco e di prendere parte alle esercitazioni dell'esercito di Silente (Ordine della Fenice).

Dean Thomas, è un personaggio al quale l'autrice è molto legata anche se non ama manifestarlo. Nel secondo libro la Rowling aveva inserito diversi particolari su questo personaggio che il suo editore però non ritenne interessanti. Dean, che credeva di avere origini esclusivamente babbane, viveva con il patrigno e la madre. Quando arrivò la lettera da Howgarts, quest'ultima si domandò circa le origine del vero padre che abbandonò la famiglia quando il figlio era ancora in fasce per proteggere lui e la moglie da Voldemort. Ovviamente, com'era logico che accadesse, venne ucciso quasi subito dai Mangiamorte. Discrete possibilità che la Rowling abbia voluto riscattarlo erigendolo a Mezzosangue.

Colin Canon, la strega Rowling ce lo presenta nel secondo libro, ma è nel film che lo conosciamo meglio. Nel film lo vediamo come un mago dai capelli color topo con la passione per la fotografia, che il Cappello Parlante manda a Grifondoro. Nel calice di fuoco,poi, scopriamo l'esistenza di Dennis, il fratellino più piccolo di due anni che gli assomiglia come una goccia d'acqua. Nel quinto libro, l'Ordine della Fenice, li ritroviamo insieme alla testa di porco e nella stanza delle necessità perché sono seguaci delle lezioni segrete e clandestine di Harry. Che la Rowling abbia voluto premiare questo Mago imbranato facendolo diventare Principe Mezzosangue? Ci sono buone possibilità.

Remus Lupin, anche lui è un potenziale candidato Principe Mezzosangue perchè anche lui è un mezzosangue. Che il lupo mannaro abbia aspirazioni da Principe? Possibile.

Severus Piton: può sembrare incredibile ma è su di lui che ricadono magiormente i sospetti. Se ci pensate bene, infatti, in nessuno dei cinque libri la Rowling accenna mai alla purezza di origini si Severus: potrebbe benissimo trattarsi di un mezzosangue. Inoltre, nell'Ordine della Fenice, Sirius Black spiega a Harry come tutti i maghi purosangue siano tra di loro imparentati e fra questi cita i Malfoy, i Lestrange, i Weasley.. ma non gli Snape! Tra l'altro sempre quando leggiamo nel quinto libro “un uomo dal naso aduncovurlava contro una donna che cercava di difendersi, mentre un bambino piccolo dai capelli neri piangeva in un angolo.. un adolescente sedeva solo in una stanza buia puntando la bacchetta al soffitto per ammazzare le mosche”, possiamo (*)pensare che il litigio tra i genitori di Piton potrebbe essere dettato dalle differenze e dalle incomprensioni che possono scaturire tra una strega e un babbano riguardo le abitudini e le regole del mondo dell'uno e dell'altra.



Tra tutte queste ipotesi, le due domande su cui la Rowling ci consiglia di concentrarsi per svelare i misteri sono:

Perchè Voldemort non è morto quando ha provato ad uccidere Harry?

Perchè Silente non ha provato ad uccidere Voldemort alla fine del quinto libro?



Se qualcuno ha ipotesi o nuove anticipazioni non esiti a farmele sapere.

[Questo pezzo è stato scritto grazie alle informazioni trovate in diverse discussioni su Forum e blog. Un ringraziamento particolare va a Manuela Castaldo e al suo pezzo su FantasyMagazine, a cui si deve anche l'intuizione su Piton segnata nell'articolo con l'asterisco*]

  • shares
  • Mail