Anteprima Booksblog: La carezza dell'uomo nero, di Sabine Thiesler

carezza uomo nero"Karsten Schwiers rimase per interi minuti davanti al bambino aspettando che il suo navigato cervello da poliziotto si mettesse in moto, ma c'era solo un insopportabile vuoto. Ho subito uno shock, pensò, io vecchio strambo ho un fottutissimo shock e non capisco più il mondo perchè non capisco questo assassino".

E' una giornata speciale a casa di Benjamin. La mamma Marianne ha deciso di cucinare il pranzo per lui e suo padre, tornato ubriaco dal lavoro la sera prima ma abbastanza tranquillo, al risveglio.

Lei, in sedia a rotelle a causa della sclerosi, è riuscita ad alzarsi per un attimo in piedi da sola e si sente piena di forze, nella luce del mattino. Ma quel giorno Ben non tornerà a casa, per il pranzo.

Durante una bigiata da scuola, seduto al laghetto delle anatre, è stato aggredito da due skinhead. Un uomo lo ha tratto in salvo, sparando contro di loro, e Benny si è fidato a seguirlo.

L'uomo ha un aspetto gentile e gli ha chiesto di aiutarlo a dar da mangiare ai suoi animaletti domestici. L'unica preoccupazione di Ben è tornare al laghetto a recuperare il suo zaino. Per Benny però, non ci sarà un'altro giorno di scuola, perchè l'uomo non ha intenzione di lasciarlo andare mai più.

Da questa storia terribile di una vita rubata nasce il thriller di 500 pagine 'La carezza dell'uomo nero' di Sabine Thiesler, che uscirà per i tipi Baldini Castoldi Dalai il 9 febbraio con la traduzione di Helga Rainer.

E Ben non è la sola vittima di Alfred, un assassino pedofilo schifosamente freddo e lucido, che passa le sue giornate fissando la parete del muro e che sente di "non aver niente a che spartire con il mondo là fuori. Gli dava fastidio perchè lo costringeva sempre a fare determinate cose. Doveva pagare, sorridere, essere gentile...farsi stare bene che gli augurassero buongiorno, che gli rivolgessero la parola e che lo coinvolgessero in una conversazione".

Infatti c'è l'assassinio di un altro bimbo, Daniel, che era sparito dalla vista dei genitori come sparirà poi anche Florian, e molti altri. Durante le indagini per la morte di Benjamin sarà l'ispettrice Mareike, aiutante di Karsten Schwiers, a fiutare la pista giusta, e a mettere in fuga, temporaneamente, l'assassino.

Anni prima era infatti proprio lei ad arrestare Alfred adolescente, per una terribile 'bravata' finita in tragedia. E lei, durante le indagini per la scomparsa di Ben, lo riconoscerà.

Proseguendo nella storia, scopriremo attraverso alcuni episodi vissuti da Alfred bambino da dove nascono le sue ossessioni, ad esempio di quella terribile di collezionare un dentino di ciascuna delle sue vittime.

Passano dieci anni e Mareike convince la compagna Bettina a trascorrere un periodo di villeggiatura in Italia con i due figli, preadolescenti. Ha trovato infatti molto strane una serie di scomparse di bimbi avvenute in Toscana e vuole indagare: proprio guardando alla tv le foto dei ragazzini, infatti, capirà tutto. Sono tutti biondi, simili a Benjamin e alle altre vittime.

Spunta infatti in Italia una misteriosa testimone di Alfred, e la stessa Mareike, grazie anche alla presenza casuale della mamma di un bimbo scomparso in quelle zone anni prima, arriverà alla verità. Ma prima dovrà fare i conti, con la sua famiglia, con la follia omicida dell'uomo nero.

Sabine Thiesler
La carezza dell'uomo nero
Baldini Castoldi Dalai
20 euro

  • shares
  • Mail