La 64ˆ edizione del Premio Strega: tra polemiche e novità

Logo Premio Strega

Non si conoscono ancora i nomi dei partecipanti al più famoso premio letterario italiano, ma sappiamo che quest'anno ci saranno alcune novità. Una di queste riguarda la giuria; oltre ai 400 Amici della domenica (un gruppo di giornalisti, scrittori, intellettuali e artisti che devono questo nome alle prime riunioni del premio in casa Bellonci) a esprimere un giudizio sulle opere in concorso, che saranno come sempre 12, ci saranno trenta lettori segnalati da altrettanti librerie che li selezioneranno tra i loro lettori forti.

La polemica sui grandi gruppi editoriali è sempre aperta. Per ben tre anni di seguito il vincitore dello Strega è stato in effetti un autore del gruppo Mondadori: Tiziano Scarpa nella scorsa edizione, Paolo Giordano l'anno prima e Ammaniti nel 2007. Un dubbio sorge, visto che il premio ha un grande impatto sulle vendite e si parla quindi di ingenti incassi per la casa editrice del titolo primo classificato.
Ma De Mauro, presidente dello Strega, sostiene si tratti di una questione di numeri, nel senso che i grandi gruppi hanno più titoli e quindi maggiori probabilità di avere l'opera che si aggiudicherà il premio.

Per conoscere i titoli in corsa dovremo attendere maggio; intanto, secondo alcune voci, pare che uno degli scrittori potrebbe essere Walter Veltroni con il suo "Noi" edito da Rizzoli. De Mauro dice di averlo letto e apprezzato, come ha apprezzato altri romanzi usciti quest'anno.

Via | Affaritaliani.it

  • shares
  • Mail