I segreti della tavola di Montalbano. Le ricette di Andrea Camilleri, di Stefania Campo

Disegno di Zingaretti a tavola Chi, come me, sente l'acquolina in bocca quando legge delle grandi mangiate di Montalbano, sarà contento di sfogliare questo libro di Stefania Campo, edito da Il leone verde edizioni. Per il protagonista dei romanzi di Camilleri il cibo è sacro e lo è, soprattutto, il momento in cui lo si gusta. Niente chiacchiere, "quando si mangia non si parla", tutta la concentrazione deve essere incentrata sulle pietanze succulente che ci si parano davanti. Così i fortunati commensali di Salvo vengono avvertiti prima: quale che sia l'argomento di discussione verrà trattato solo dopo il caffè, in coincidenza con l'addrumata di una sicaretta.

L'idea del libro, racconta l'autrice, è nata dalla constatazione di una grande attenzione del pubblico dei lettori di Camilleri per tutto l'universo di Montalbano. Molti si recano in Sicilia alla ricerca dei luoghi e dei sapori descritti nei romanzi e chiedono di mangiare i piatti di cui è goloso il commisario di Vigata. Ne I segreti della tavola di Montalbano si possono quindi trovare tutte le ricette con cui Camilleri solletica il palato di chi legge: la caponatina della cammarera Adelina, gli arancini, i purpi alla carrettera e la pasta 'ncasciata che finalmente ho scoperto trattasi di una pasta al forno con dentro di tutto: melanzane, uova, caciocavallo, pomodoro, carne e altro ancora. Così, quando a fine lettura di uno dei libri con Montalbano si sentirà smorcare un feroce pittito, si potrà ricorrere al libro di Stefania Campo e provare a cimentarsi con una delle tante ricette.

I segreti della tavola di Montalbano
Stefania Campo
Il leone verde edizioni, 2009
€ 10

  • shares
  • Mail