Romanzi in tv: Premonizioni

Alle 22:56 di oggi sul canale digitale terrestre Iris va in onda il film Premonizioni con Jeff Goldblum e Alfred Molina, tratto dal romanzo Cuore nero di Dean Koontz.

Cuore nero (da non confondere col libro di Telese sui fascisti ammazzati) è la storia di un tale che viene strappato dai medici a una di quelle tipiche esperienze comatose pre-morte (o post-morte?). Al suo ritorno, diciamo così, dall'"aldilà", scopre di essersi tirato dietro alcune presenze soprannaturali dai poteri oscuri. Cominciano ad avvenire delitti raccapriccianti e il protagonista si rende conto, suo malgrado, di averci molto a che fare.

Il romanzo è ancora un bestseller in tutto il mondo, Italia compresa, anche se ha suscitato reazioni contrastanti tra i fan di Dean Koontz, amatissimo autore di Incubi, Intensity e una miriade di altri thriller e horror. A fronte di coloro che lo hanno amato, una folta schiera di fans lo ritiene un mezzo passo indietro nella sua carriera di narratore. Quanto al film, pare che Koontz lo abbia disprezzato a tal punto da chiedere alla TriStar di non essere citato.

Vale la pena di cogliere l'occasione per raccontare un bell'aneddoto personale su Dean Koontz che, benché assolutamente privo di riscontri, ci piace credere vero. Lo riportiamo testualmente dalla biografia di Koontz su Wikipedia Italia:

Comincia a scrivere la notte e nei fine settimana, anche quando [...] trova lavoro come insegnante d'inglese in una scuola di periferia. È allora che sua moglie Gerda gli propone un patto: è disposta a mantenerlo per cinque anni purché diventi uno scrittore. Se non ci riuscirà in quel periodo di tempo, non ci riuscirà più. Koontz ci riesce e si afferma come scrittore, mentre la moglie abbandona il proprio lavoro per gestire gli affari del marito.

Che donna straordinaria...

Dean Koontz
Cuore nero
Sperling & Kupfer
2002

  • shares
  • Mail