Romanzi in tv: L'acchiappasogni

Stanotte all'01.40 su Rete 4 c'è L'acchiappasogni, film horror del 2003 tratto dall'omonimo romanzo di Stephen King.

Il romanzo è importante non tanto per la vicenda tipicamente kingiana (un gruppo di ex ragazzi uniti da un terribile segreto si ritrova nella cittadina natale di Derry per fronteggiare una minaccia soprannaturale: sinossi che va bene anche per It e tante altre storie di King), quanto per il valore che ha assunto nella vita personale del grande maestro statunitense.

Infatti L'acchiappasogni è il primo libro che King scrisse a mano, quasi come esercizio di fisioterapia, dopo il celeberrimo incidente stradale delle 16.30 del 19 giugno 1999, che segnò uno spartiacque imprescindibile nella sua carriera artistica. Non a caso uno dei protagonisti, il professor Gary "Jonesy" Jones, è vittima di un incidente praticamente identico.

Ottocento pagine scritte a penna, a letto, in 180 giorni. Diciamo che ci crediamo. Il libro è stato paragonato a X-Files e ad Apocalypse Now, in quest'ultimo caso sulla base di riferimenti piuttosto espliciti, e ad altri lavori di King (It, Insomnia, The Tommyknockers, il racconto La nebbia contenuto in Scheletri). Rappresenta in questo senso un vero punto della situazione nella poetica dello scrittore del Maine.

Nelle note finali, King spiega che il titolo originale avrebbe dovuto essere Cancro ma non lo è stato solo grazie all'intervento della signora Tabitha Spruce, sua moglie.

Stephen King
L'acchiappasogni
Sperling & Kupfer
12 euro

  • shares
  • Mail