Il peso della farfalla di Erri De Luca è ispirato a La forza della natura di Luisa Mandrino?

Erri De Luca Luisa Mandrino

Luca Rinaldi su Giornalettismo lancia il sasso con un pezzo dal titolo Quel libro di De Luca che tanto somiglia ad un’altra storia e trova analogie tra Il peso della farfalla di Erri De Luca (Feltrinelli, 2009) e il romanzo La forza della natura di Luisa Mandrino (Cda & Vivalda, 2002). Ed è curioso, come afferma l'autore dell'articolo, come le cose, spesso involontariamente, si somiglino. Rinaldi nel suo articolo riporta dei passi che accostano i due libri. Il ragionamento, secondo me, è interessante per le domande che pone: non tanto plagio (del resto il libro della Mandrino è di 222 pagine e quello di De Luca ne conta 70) quanto una questione etica:

“Ispirazione senza menzione, per De Luca? Forse e nemmeno senza ringraziamento per chi, prima di lui, consegna nelle mani della gente ed imprime su carta lo stesso fulcro della storia, la stessa emozione [...] Sorge un interrogativo: De Luca, per una questione esclusivamente etica, avrebbe fatto lo stesso prendendo l’episodio più emozionante di un libro di Umberto Eco ‘riciclandolo’ allo stesso modo, senza citare il nome del famoso scrittore?”

Non sappiamo se effettivamente De Luca conoscesse il testo della Mandrino; non sappiamo se La forza della natura gli sia servito da ispirazione; ma, sempre per dirla con Luca Rinaldi, in un'epoca comatosa del diritto d’autore, quale sarebbe, secondo voi, il miglior atteggiamento da tenere? Se, come dicono le Scritture – che De Luca conosce molto bene – “non c'è niente di nuovo sotto il sole”, si rischia sempre di dire qualcosa che altri hanno già detto. Qual è, allora, secondo voi, il discrimine fra originalità e ispirazione?

Foto | Luca Rinaldi (per la copertina del libro della Mandrino)

  • shares
  • Mail
8 commenti Aggiorna
Ordina: