I quattordici mesi, di Enzo Biagi

Copertina I quattordici mesi E' il racconto dell'anno che lo stesso Biagi ha definito "il più significativo della mia vita", quando scelse di raggiungere i partigiani sulle montagne e di diventare il cronista di quei momenti. Gli fu affidata la redazione del giornale "Patrioti" di cui uscirono solo tre numeri, perché la tipografia venne individuata e distrutta dai nazisti.

Ora questi scritti vengono finalmente resi pubblici grazie alla cura di Loris Mazzetti, storico collaboratore del grande giornalista. Il libro contiene le memorie che Enzo Biagi ha raccolto durante i mesi trascorsi insieme ai compagni di Giustizia e Libertà, prima di annunciare dalla radio, un anno dopo, la liberazione di Bologna.

Così ha raccontato il giornalista scomparso nella sua ultima intervista: “Risalendo il fiume ho trovato la brigata Giustizia e Libertà, allora sono andato con loro e questi per me sono incontri indimenticabili. Vedo che adesso è di moda un certo revisionismo. E’ sicuro che noi partigiani abbiamo fatto anche delle cose che forse non rispecchiano proprio strettamente la morale. Ma io chiedo ai miei colleghi, ma perché non siete venuti a renderci migliori? Noi vi avremmo accolti tanto volentieri.”

I Quattordici mesi
Enzo Biagi, a cura di Loris Mazzetti
Rizzoli, 2009
€ 18,50

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: