Booksblog vola nella classifica dei blog Wikio. Ed è una grande soddisfazione!

libri da leggere

Leggendo un post sul blog di Loredana Lipperini, mi è venuto in mente che, a volte, "cedere" a un piccolo peccato di orgoglio fa bene al proprio ego e non fa male a nessun'altro. Gongolare un po' perchè ciò che si fa ha un buon riscontro, è un piacere che, di tanto in tanto, in fondo, è anche bello concedersi...

Sto parlando della classifica dei blog di Wikio, nella quale, nell'ampio settore Cultura, il nostro Booksblog è al terzo posto. Ed è un grande risultato! Reso ancor più gradito dal fatto che, nelle varie categorie, sono davvero molti i blog della famiglia Blogo.it ad essere ottimamente "piazzati". Solo nella nostra, tra i primi, ce ne sono altri 3: Cineblog (cinema), che è al primo posto, Soundsblog (musica) e Comicsblog (fumetti/anime).

Ma perchè fa davvero piacere essere così in alto nella classifica Wikio? Perchè Wikio, che è un aggregatore di notizie (un motore di ricerca di notizie), nelle sue varie forme, blog compresi, è veramente notevole.

«Sorveglia», infatti, «in tempo reale, migliaia di fonti d'informazione, estrae in tempo reale le agenzie e le classifica tematicamente per poi archiviarle in un database di milioni di documenti. L'archiviazione degli articoli si basa sulla pertinenza delle notizie e della popolarità di queste».

Per capire come Wikio stila le classifiche, riporto direttamente le parole del sito: «Com'è calcolata questa classifica? Wikio è l'unico sito in Europa capace di analizzare il contenuto di un post di un blog grazie ad un'analisi semantica del testo supportata dal lavoro di decine di documentalisti italiani ed europei. La posizione di un blog nella classifica Wikio è determinata dal numero dei link che riceve da altri blog e dall'importanza di questi [...] Solo i link presenti nella prima parte del feed Rss vengono conteggiati. I blogroll non sono calcolati e il peso dei link va decrescendo nel tempo. Questo al fine di essere il più significativo».

Quindi, è davvero un piacere vedere che tanto lavoro, tante ore utilizzate per scegliere l'oggetto dell'articolo, concepirlo, reperire informazioni a 360° - worldwide, direbbero a Cineblog -, scriverlo, scriverlo-per-il-web, fare editing retroattivo costante e mille altre cose che un blog di questo tipo richiede (oltre a leggere libri, ovviamente...), dà dei frutti così buoni.

Concludo, ringraziando veramente di cuore i lettori che, giorno dopo giorno, ci seguono su queste pagine con affetto e assiduità, augurando, al contempo, alla famiglia Blogo.it, un sentito ad maiora!

  • shares
  • Mail
5 commenti Aggiorna
Ordina: