La casa editrice Pequod cambia nome e non solo

Logo Italic Si chiamerà Italic la casa editrice anconetana e tornerà ad essere indipendente. Il nome Pequod rimarrà come titolo della collana dedicata agli esordienti, mentre per i grandi autori del Novecento dimenticati e ormai introvabili ci sarà la collana Padri nel deserto.

La ex Pequod può vantare la scoperta di validi scrittori italiani come Mario Desiati, Diego de Silva e Martino Gozzi ed è sempre stata impegnata nella ricerca di nuovi talenti, ma anche nella valorizzazione di grandi autori del passato come Enzo Siciliano, del quale uscirà il 2 dicembre una raccolta di racconti, Cuori e fantasmi.

Lettori e aspiranti scrittori andate a scovare questa coraggiosa realtà editoriale o, se già la conoscete, continuate a tenerla d'occhio, perché le case editrici piccole, serie e di qualità sono sempre più rare e meritano tutta la nostra attenzione.

Via | Affari Italiani

  • shares
  • Mail