I migliori libri di questo inizio di XXI secolo

libriQuali sono i 100 libri che meglio descrivono questi primi anni 2000? Se lo chiedono, alla scadenza del primo decennio di questo nostro XXI secolo, i redattori del Telegraph (inglese), che provvedono a fornircene una lista come al solito, come tutte le liste, molto discutibile.

La trovate nel link all'articolo a fondo pagina, ma vi basti sapere che al primo posto c'è Harry Potter, seguito dall'autobiografia di Barack Obama, il Codice da Vinci, La struggente opera di un formidabile genio di Dave Eggers e L'illusione di Dio. Dieci ragioni per non credere, di Richard Dawkins e 'Being Jordan' di Katie Price, (una modella famosissima in Inghilterra), accanto a Cherie Blair e Belle de Jour.

Scorrendo l'elenco troviamo anche 'Denti bianchi' di Zadie Smith ed 'Espiazione' di Ian McEwan o 'Suite francese' di Nemirovski, Persepolis di Marjane Satrapi oltre a 'Le correzioni' di Jonathan Franzen o 'Amabili resti' di Alice Sebold. Ma c'è anche J.M.Coetzee, accando ai best seller di Stieg Larsson e i gialli di Alexander Mc Call Smith, la saga di Stephenie Meyer accanto alla 'Strada' di Cormac McCarthy e a 'Un milione di piccoli pezzi'.

Ma c'è anche Philip Pullman, Shantaram di Gregory D. Robertson e ovviamente il Cacciatore di Aquiloni o 'Breve storia di quasi tutto' (in classifica anche da noi). Fra gli istant book, quelli del cuoco Jamie Oliver o del ciclista Lance Armstrong. I cento libri menzionati hanno venduto complessivamente 30 milioni di copie.

Via | Telegraph
Foto | Flickr

  • shares
  • Mail