Flashforward. Avanti nel tempo, di Robert J. Sawyer. Il libro da cui è tratta la serie TV. Nuova edizione

flashforward_sawyer_fanucciFlashforward. Avanti nel tempo, di Robert J. Sawyer, Premio Aurora 1999 come miglior romanzo canandese (in lingua inglese) e libro dal quale è tratta la serie tv omonima, in onda, in questo periodo, sia in America che in Italia (Sky), è stato appena ripubblicato da Fanucci.

Sawyer, autore fantascientifico pluripremiato ed estremamente prolifico, ha il pregio di creare storie che, con uno stile semplice e chiaro, prendono avvio da plot particolarmente ricchi di idee, che spesso sono fonte di quel sense of wonder tipico della miglior tradizione fantastica. Storie che, pagina dopo pagina, rivelano la loro vocazione "seria", finalizzata a suscitare riflessioni su temi importanti di tipo etico, religioso, scientifico, filosofico e sociale.

Per quanto riguarda Flashforward. Avanti nel tempo, romanzo da cui è tratta la serie tv (pur con qualche differenza) e che deve alla serie stessa questo nuovo interesse internazionale, si pone un piccolo problema. Raccontando la trama, o meglio, proprio l'antefatto, svelerei l'elemento fondamentale di cui gli spettatori, proprio in questo periodo, stanno cominciando ad intuire qualcosa. E cioè la risposta a: cosa è successo? Perchè ad un certo punto tutto il mondo si è trovato sbalzato in avanti di 6 mesi e ha assistito a 2 minuti e diciassette secondi del proprio futuro, prima di "ritornare" indietro? Nel libro si parte esattamente da quel "fenomeno". Per poi addentrarsi nelle vite dei personaggi ed assistere alle loro azioni, volte a favorire o bloccare (riuscendoci?) gli eventi che hanno visto nel futuro. Rivelarlo mi sembrerebbe poco gentile nei loro confronti.

Il mio consiglio, quindi, è quello di prendere il libro e di posticiparne la lettura almeno fino a quando la spiegazione del "fenomeno", nella serie TV, non verrà data.

Per chi, invece, la serie non la segue, il problema non si pone, ovviamente, e può sin da subito immergersi in una lettura che, al di là del tema fantascientifico, offre un'interessante riflessione su uno dei più angoscianti problemi metafisici di sempre: esiste davvero e ha senso parlare di libero arbitrio?

Sawyer stesso, proprio nell'introduzione italiana al romanzo, affronta la questione:

«Non vi è dubbio che nel mondo occidentale la maggior parte delle persone sia assolutamente convinta di essere dotata di libero arbitrio [...] la tragedia greca muove proprio dall'assunto opposto: sostiene che i nostri futuri siano predestinati, che il nostro destino sia inevitabile. [...] Qual è la visione del mondo corretta? Quella dei greci, che credevano che i nostri destini fossero ineluttabili, o quella di chi oggi insiste nell'affermare che siamo padroni dei nostri futuri? Trovo certamente più attraente l'idea moderna, ma la semplice attrazione non è un motivo abbastanza ragionevole affinché un essere razionale creda che sia vero. Esiste davvero una qualunque valida ragione per accettare che la nostra fiducia nel libero arbitrio sia più valida della credenza greca nella predeterminazione? Come scrittore di fantascienza, ho iniziato a chiedermi cosa potessero dirci la fisica e la meccanica quantistica riguardo a questa antichissima questione.»*

Opere di Robert J. Sawyer:

Golden Fleece, 1990 (Apocalisse su Argo)

The Quintaglio Ascension trilogy:
1. Far-Seer, 1992 (inedito in Italia)
2. Fossil Hunter, 1993 (inedito in Italia)
3. Foreigner, 1994 (inedito in Italia)

End of an Era, 1994 (La fine di un'era)
The Terminal Experiment, 1995 (Killer on-line)
Starplex, 1996 (Starplex)
Frameshift, 1997 (Mutazione pericolosa)
Illegal Alien, 1997 (Processo alieno)
Factoring Humanity, 1998 (I transumani )
Flashforward, 1999 (Avanti nel tempo)
Calculating God, 2000 (L'equazione di Dio)
The blu planet, 2000 (Il pianeta azzurro)
Iterations - Short stories, 2002, raccolta di racconti (inedito in Italia)

The Neanderthal Parallax trilogy:
1. Hominids, 2003 (La genesi della specie)
2. Humans, 2003 (Fuga dal pianeta degli umani)
3. Hybrids, 2003 (Origine dell'ibrido)

Relativity, 2004, raccolta di racconti e saggi (inedito in Italia)
Mindscan, 2005 (Mindscan)
Rollback, 2007 (inedito in Italia)
Identity Theft and Other Stories, 2008, raccolta di racconti (Furto di identità)

The WWW trilogy:
1. Wake, 2009 (inedito in Italia)
2. Watch, previsto per il 2010
3. Wonder, previsto per il 2011

Premi principali:

1991 Premio Aurora per il miglior romanzo in inglese, Golden Fleece
1992 Premio Homer per il miglior romanzo, Far-Seer
1993 Premio Arthur Ellis per il miglior racconto, Just Like Old Times (Proprio come ai vecchi tempi)
1993 Premio Homer per il miglior romanzo, Fossil Hunter
1995 Grand Prix de l'Imaginaire per il miglior racconto straniero, You See But You Do Not Observe (Vedi, ma non osservi)
1995 Premio Nebula per il miglior romanzo, The Terminal Experiment
1995 Premio Aurora per il miglior romanzo in inglese, The Terminal Experiment
1996 Premio Seiun per il miglior romanzo straniero, End of an Era
1996 Premio Aurora per il miglior romanzo in inglese, Starplex
1997 Premio dei lettori del Science Fiction Chronicle per il miglior racconto, The Hand You're Dealt
1999 Premio Aurora per il miglior romanzo in inglese, Flashforward
2000 Premio Seiun per il miglior romanzo straniero, Frameshift
2002 Premio Seiun per il miglior romanzo straniero, Illegal Alien
2003 Premio Hugo per il miglior romanzo, Hominids (La genesi della specie)
2005 Premio Aurora per la miglior opera in inglese (categoria: altro), Relativity
2006 Premio John W. Campbell Memorial per il miglior romanzo di fantascienza, Mindscan
2007 Premio Toronto Public Library Celebrates Reading
2007 Premio Galaxy (Cina) come "Autore straniero più popolare"
2007 Premio Aurora per il miglior racconto in inglese, Biding Time

Rober J. Sawyer
Flashforward. Avanti nel tempo
Fanucci
€ 14,90

*(wikipedia)

  • shares
  • Mail