Le odiose giustificazioni di chi non ama leggere

leggere"Non ho tempo di leggere". "Comprare un nuovo libro? No...ne ho ancora tanti arretrati da leggere". Quante volte avete sentito queste frasi, questi luoghi comuni utilizzati da persone che non amano leggere. E voi lì, zitti, che non sapete come rispondere. E intanto vorreste ribattere che appunto sono luoghi comuni, giustificazioni fasulle. Il problema è che, magari, non si ama leggere. Punto.

E allora questo post vi aiuterà a dare una serie di risposte azzeccate a queste frasette irritanti.

1) "Non ho tempo di leggere". Il presupposto del ragionamento è ovviamente: "Ma scusa, se trovi il tempo per la palestra, per lo shopping, per il ristorante...ne potresti trovare anche per leggere no? E nei tempi morti, nei tempi morti che fai? (aggiungete una vaga concitazione nella voce). Tipo sul bus?"
2) "No vabbè io preferisco leggere altro. Fumetti, ad esempio". Qui non ho una risposta precostituita. Aiutatemi voi nei commenti, magari.
3)"guarda mi piacerebbe leggere, ma i libri costano troppo".
Risposta a. Innanzitutto: Sai che esistono le biblioteche? Magari lì lo trovi.
Risposta b. Ci sono libri per cui vale la pena spendere qualcosina. E poi quanto hai speso per l'ultima cena in pizzeria? O la manicure bimensile? Fategli/le (o fatevi, in caso) fare un calcolo ragionato. E soprattutto usate tutta la vostra espressività per dirgli/le alzando il sopracciglio "Scusa ma hai la fortuna di leggere la scrittura di un Erri De Luca e ti lamenti pure che costa troppo? Ma di cosa stai parlando?" (con alcuni scrittori vale la pena di fare la scena).
4) "Comprare un nuovo libro? No...ne ho ancora tanti arretrati da leggere". Vabbè ma ogni libro è diverso, magari quelli che hai a casa non li hai letti e non li leggerai mai. Vuol dire che non ti piace leggere e rimandi sempre il momento di farlo, basta.

Quando vi danno queste risposte, altrimenti, asserite LA risposta universale (con aria amareggiata): "Ah, e io che pensavo ti piacesse leggere". E non sentite ragioni. Non rispondete NULLA a tutte le loro successive giustificazioni. Nulla, capito? Silenzio assoluto. E magari, prima di girargli/le le spalle, aggiungete: "E' che non ti piace leggere, dai". E finitela lì.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail
55 commenti Aggiorna
Ordina: