Ali di Fuoco, di Laura Gallego García. Dalla Spagna una nuova eroina fantasy

ali_di_fuoco_laura_gallego_garcia_fanucci E' da poco uscito Ali di Fuoco, di Laura Gallego García, primo volume, su due, di una saga fantasy al femminile che ci arriva dalla Spagna e da un'autrice del fantastico per ragazzi e giovani adulti (YA) molto attiva ed amata. In Italia l'avevamo già conosciuta grazie a Le pietre del Tempo, Piemme (romanzo vincitore del Premio El Barco de Vapor), La leggenda del Re Errante, Piemme e la Resistenza di Idhún, Fabbri, libro che fa parte di una trilogia YA - Memorias de Idhún - che ha avuto uno strepitoso successo in patria (c'è chi ha definito la Gallego la J.K. Rowling spagnola) e che è in traduzione in un significativo numero di paesi. La trilogia ha ottenuto un così ampio apprezzamento che ne è stata ricavata una versione a fumetti ed un gioco da tavolo. Per ora. (Noi, ovviamente, ci auguriamo che Fabbri prosegua nella pubblicazione della saga...).

Della Gallego García (o solo Gallego) ci sono anche altri lavori interessanti. Uno di questi è Dos velas para el diablo, 2008, che dovrebbe essere pubblicato da Salani proprio nel corso di questo mese col titolo di Due candele per il diavolo. Dos velas para el diablo, che è un libro unico, non inserito in cicli, racconta la storia di Cat, la figlia adolescente di un angelo assassinato che, per vendicare la morte del padre, scenderà a patti coi demoni (approfondiremo l'argomento in concomitanza con l'uscita). Il libro è già stato pubblicato, oltre che in Spagna, anche in Francia e Germania.

Ritornando ad Ali di Fuoco, primo romanzo del "dittico" Alas de Fuego + Alas Negras, salta subito agli occhi il fatto che la copertina è di Paolo Barbieri. Ma non solo nella versione "nostrana" (Fanucci). La scelta di Barbieri arriva direttamente dalla Spagna dove il suo lavoro è stato richiesto per le edizioni cartonate di entrambi i volumi del ciclo («el resultado es espectacular», dice la Gallego dalle pagine del suo sito). Ma qual'è la storia (forse, non proprio il capolavoro dell'autrice) di Ali di Fuoco? In sintesi, questa: Ahriel è un angelo femmina, splendido nella sua armatura d'oro. La sua missione consiste nel proteggere ed educare la giovane Marla, diciassettenne regina del Karish, e di vegliare sull'equilibrio tra i regni umani. All'improvviso, però, Ahriel viene tradita.

E il tradimento arriva proprio da Marla. Che la spedisce nella spaventosa prigione di Gorlian. La congiura ordita da Marla e dai mebri corrotti della corte sta per avviare una guerra terribile che distruggerà anche la millenaria pace tra angeli e umani. Ma Ahriel non può fare niente... Perchè da Gorlian mai nessuno è riuscito a fuggire.

Gorlian è una prigione senza muri, nè sbarre. E' un territorio nel quale tutti i nemici dei congiurati vengono ormai spediti. E' un luogo «primitivo, selvaggio e brutale» che porterà Ahriel ad affrontare prove tremende, ad avere scontri durissimi, ad incontrare personaggi molto... significativi. Ma, soprattutto, la costringerà ad imparare a sopravvivere. Da umana. Perchè Ahriel non riesce più a volare. Le sue ali sono state rese inutilizzabili.

Ma durante questa discesa agl'inferi farà anche molte scoperte; e saranno tante le cose che le verranno rivelate, compresa la sua stessa vera natura e il mistero di Gorlian, cioè perchè, chiunque, una volta arrivato lì, non sia mai più potuto tornare indietro. E una nuova luce sull'antico rapporto tra angeli e umani verrà gettata...

In chiusura, volevo segnalare che, al di là della differenza tra la tipologia di personaggi e di storie, la Gallego, a pelle, mi ricorda molto Licia Troisi. Sia a livello umano che artistico. Solo per citare qualche aspetto in comune, abbiamo: l'impegno a finire il dottorato (una in Filologia Spagnola, l'altra in Astrofisica); l'età, la Gallego è del '77, la Troisi dell'80; l'amore per il fantasy con eroine femminili; la realizzazione di albi a fumetti tratti dai loro libri; le... copertine di Paolo Barbieri. Anche la scelta del nome Idhun le accomuna, visto che compare sia nella trilogia della Gallego, Memorias de Idhún, che nella Ragazza Drago. L'Albero di Idhunn della Troisi. Se aggiungiamo, poi, le imponenti vendite per entrambi, direi che gli elementi che le avvicinano non sono pochi.

Il mio consiglio, quindi, per le ragazze che amano il fantasy YA con eroine femminili, è quello di farsi una bella scorpacciata "a base" di Troisi, Gallego e... Cashore (col suo bel Graceling).

Laura Gallego García
Ali di Fuoco
Fanucci
€ 16,00

Monica Cruciani alias AyeshaKru scrive di fantasy e fantastico in generale, principalmente di urban fantasy & paranormal romance, sia per young adults che per adulti. Potete trovare qui gli ULTIMI ARTICOLI e qui lo SCHEMA delle serie in corso Sotto-tema di oggi: angeli/demoni.
  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: