Una lettura per l'estate: Gli antipatici, di Oriana Fallaci

FallaciNe avevamo già anticipato l'uscita, in una edizione rinnovata, per i tipi Rizzoli. Dopo averlo letto, non possiamo non consigliarvi di portare sotto l'ombrellone 'Gli antipatici' di Oriana Fallaci, una raccolta delle sue interviste più famose che ci racconta un pezzo di un'Italia sparita.

Fallaci stessa li definì 'antipatici' perchè si tratta di alcune delle personalità più in vista, all'epoca delle sue interviste. E così le capita di essere ricevuta in camera da letto da una giovanissima Catherine Spaak incinta che non sa rispondere alle sue domande più banali sulla storia contemporanea (le Iene non hanno inventato niente, insomma), oppure di capitare a casa di Nilde Iotti incrociando anche lo sguardo del compagno storico Togliatti (se Iotti decidesse di fucilarmi, sono convinta anche che mi convincerebbe della fondatezza delle sue ragioni, scrive la giornalista).

Bellissima davvero l'intervista a Ingrid Bergman, sulla bellezza di non provare rancori per le sofferenze d'amore e sul modo migliore di affrontare la paura di invecchiare (vi innamorerete di lei). Ma c'è anche Salvatore Quasimodo (un giorno mi diranno che è morto, e io saprò di cosa, è morto di Nobel, dice Fallaci, citando la sua ossessione per l'ambito riconoscimento, nominato spessissimo durante la conversazione).

Dopo l'intervista con Fellini Fallaci non gli diede più del tu: lui la fece aspettare per giorni, dandole appuntamento in molti luoghi diversi e facendola disperare, e lei non glielo perdonò mai. Tutta da gustare anche l'intervista con Natalia Ginzburg, durante la quale ci si sente il terzo invitato in una tranquilla conversazione casalinga (e in cui, raro caso, Natalia accetta di parlare dell'amatissimo marito Leone Ginzburg, partigiano, morto in prigione).

Ma c'è anche Jeanne Moreau, una femme fatale del cui aspetto apparentemente ordinario, quasi 'spento', Fallaci si stupisce, o Alfred Hitchcock, di cui Fallaci rivela un animo addirittura 'freddo' e 'cinico', nonostante i suoi calembour, non conoscendolo, la facessero molto ridere.

Oriana Fallaci
Gli antipatici
Rizzoli
10 euro

  • shares
  • Mail