I gialli Mondadori compiono 80 anni

gialli mondadori compiono 80 anni Vi siete mai chiesti perchè i romanzi gialli si chiamano proprio gialli e non blu, verdi o arancioni? Probabilmente sì, ma sicuramente c'è ancora qualcuno di voi che ignora la provenienza di questa associazione cromatica che se per noi, ora, è assolutamente naturale, sicuramente non lo è sempre stata.

La risposta è molto semplice e anche abbastanza banale, quando i redattori della Mondadori, nel 1929, decisero sotto la spinta di Arnoldo di allargare il catalogo della casa editrice all'estero, cercando di puntare su quel genere in America tanto di moda, nato dalle intuizioni fantastiche del geniale Edgar Allan Poe mezzo secolo prima e arricchitesi grazie all'inglese Conan Doyle, il grafico che lavorava al progetto ideò le copertine gialle, determinando per sempre il cromatismo di un genere.

Era il 1929, l'anno della grande crisi bancaria, ma anche l'anno della pubblicazione dei primi 4 numeri dei Gialli, tra i quali un romanzo di S.S. Van Dine e una raccolta del grande Robert Louis Stevenson. Ora, a 80 anni di distanza, la crisi non è ancora passata, ma almeno ci restano i Gialli.

Via | SherlockMagazine

  • shares
  • Mail