La prima biografia-lampo di Michael Jackson è cinese

Un'avventrice sfoglia Moonwalk to Paradise, biografia cinese di Michael Jackson

Ci sono volute quarantotto ore per scrivere Moonwalk in Paradise, il primo super-instant book post mortem su Michael Jackson, e non è un caso che i due autori siano cinesi: Jiang Xiaoyu e Xing Han.

"Nutrendosi" solo di caffè e sigarette per due giorni di fila, i due disgraziati scribacchini hanno vomitato centotrentamila parole riguardanti Michael Jackson direttamente sugli scaffali delle librerie cinesi, guadagnandosi una menzione sulle prestigiose colonne di «China Daily» e la fama internazionale.

«Non sono solo un critico musicale, ma anche un fan del Re del Pop», ha dichiarato lo stremato Jiang Xiaoyu al giornale di Pechino, «quindi so di cosa hanno bisogno i fan di Jacko». Ma proprio una fan di Jacko interpellata da «China Daily», tale Li Kun di 26 anni, ha dichiarato che «sarebbe una mancanza di rispetto verso il mio idolo pagare per un libro raffazzonato sulla sua vita leggendaria, scritto e finito in due giorni». Le preferenze del pubblico, per ora, paiono infatti orientarsi su biografie già edite.

Sono però molte le case editrici che, con un po' di calma, stanno organizzando l'invasione del mercato editoriale con libri sull'artista scomparso. Dieci solo in Cina, e molte altre in Inghilterra e USA. Il 17 luglio HarperCollins farà uscire un libro illustrato di 250 pagine, intitolato Michael Jackson - Legend, hero, icon. Il 27, Transworld ristamperà Dancing the dream. John Blake e Michael O'Mara stanno scrivendo due libri che usciranno a fine estate. E tu, che leggi questo post, perché non ti metti a scrivere un bel libro su Michael Jackson?

Via | China Daily

  • shares
  • Mail