Gli ebook erotici di Fansadox

È noto che il bondage - inteso come attività sessuale basata su restrizioni consensuali della libertà personale - sia un elemento principe della letteratura erotica di ogni tempo. Da Histoire d'O di Anne Desclos a Venus im Pelz di Leopold von Sacher-Masoch, da L'Image di Catherine Robbe-Grillet ai romanzi del marchese de Sade, gli esempi sono innumerevoli.

Fansadox download

Meno noto al grande pubblico è invece Fansadox - Dofantasy, editore internazionale indipendente che vende fumetti e, ciò che più ci interessa, romanzi erotici BDSM in tutto il mondo attraverso internet. Le opere Fansadox s'innestano nel filone della letteratura pornografica estrema, incentrata sulla coercizione psico-fisica e sullo stupro di donne avvenenti, secondo stilemi concettuali tipici, tra gli altri, del de Sade, ma reinterpretati con stili e linguaggi contemporanei.

Nascondendosi dietro un diabolico artificio retorico - «i personaggi sono mostrati mentre partecipano a giochi di ruolo consensuali finalizzati alla propria stessa soddisfazione, simulando attività che implicano dominazione e sottomissione sessuale», si legge sul sito ufficiale - i romanzi e i fumetti di Fansadox oscillano da canoni di violenza estrema o addirittura iper-realistica a, più di frequente, modelli di dominazione irreale e iperbolica, visionaria, incentrata sulla componente psicologica e soprattutto verbale del rapporto. In queste opere di solito non balenano né lividi, né ferite, né sangue, né conseguenze fisiche di alcun tipo. Insomma, nessuno spiraglio viene concesso alla realtà.

Le produzioni-ammiraglie della scuderia Fansadox - gestita della non meglio nota società «do-bill» di «PV-BILL BV», sita nella città di IJmuiden nel nord dell'Olanda - sono i fumetti sadomasochistici di autori come Fernando, Templeton, Erenisch, Gary Roberts. Su tali autori non si sa nulla e nulla si trova in rete; tuttavia i loro nomi (fittizi?) sono ormai celebri e inscindibilmente legati a quello che forse è il più noto brand underground globale nel campo della pornografia BDSM.

Ma, come dicevamo, oltre ai fumetti l'editore fornisce anche un'ampia scelta di romanzi, i cui titoli e trame, per come riportati sul sito ufficiale, chiariscono meglio di qualunque altro dato i caratteri di questo genere letterario.

The keeper, ovvero "Il carceriere", è un romanzo di Geoffrey Merrick edito e distribuito come ebook da Fansadox. «Immagina che tre delle più belle ragazze della tua città - una ballerina rossa, una donna d'affari bruna e una studentessa bionda - siano scomparse», recita la bandella virtuale del libro. «Fuori, nessuno sospetta di quella tranquilla abitazione di periferia, ma all'interno le povere Melissa, Dana e Barb lottano per sfuggire a lingerie strizzanti, a mordacchie e corde che logorano le carni prima che "il carceriere" e la sua sadica e diabolica madre facciano di loro ciò che desiderano...!»

"Emma e il castello della paura" (Emma and the castle of fear) di Allan Aldiss: una donna occidentale «si ritrova tramutata nella schiava indifesa di un ricco arabo, sotto lo stretto controllo di istruttori eunuchi neri».

"Incubo di famiglia" (Family nightmare) di Gabriella Cianni: «una famiglia straniera è arrestata nottetempo. Il padre, la madre e le figlie gemelle sono catturati e condotti in un'orribile prigione sotterranea nel bel mezzo della giungla, dove vengono separati. A prima vista, il Governatore è colpito dalla bellezza della madre e comincia a ricattarla perché diventi la sua schiava sessuale. Se si rifiutasse, ne pagherebbero le conseguenze il marito e le figlie. Dal canto suo, il marito è nelle mani di un carceriere omosessuale, e nemmeno le figlie possono sfuggire all'orrore e all'umiliazione. Vengono infatti affidate alla ricca famiglia dei Bermudez, loro nuovi tutori legali».

È evidente che simili esemplificazioni iperboliche di astratti concetti di dominio sessuale, se si tramutassero in situazioni reali darebbero luogo a orrori che - come il caso Fritzl e simili - ripugnano alla stragrande maggioranza della popolazione civilizzata.

Tuttavia, il mercato e il consenso di cui gode questo genere di letteratura (peraltro, i download di Fansadox sono ricercatissimi sul web) non può che dimostrare la profonda distanza tra l'immaginario elaborato da tali produzioni e il mondo reale. Eppure non ci si può non porre una domanda: può questo genere di fiction indurre [un pubblico adulto e vaccinato] all'assimilazione di strutture mentali o allo sviluppo di pulsioni sessuali dannose per la società?

E inoltre: se Masoch e de Sade appaiono ormai poco scandalosi a noi lettori moderni, le stesse dinamiche psico-sessuali da loro esplorate, se attualizzate in una forma narrativa più superficiale ma sicuramente più contemporanea, sono ancora in grado di suscitare scandalo e reazioni repressive?

  • shares
  • Mail