Paolo VI. Il coraggio della coerenza

Copertina del libro Paolo VI. Il coraggio della coerenza di Gabriele Della BaldaMi piace leggere le biografie e ho sempre trovato quelle dei papi molto edulcorate e agiografiche, tanto da farmi abbandonare la lettura dopo poche pagine. Così invece non è successo con il libro Paolo VI. Il coraggio della coerenza scritto da Gabriele Della Balda e pubblicato dalle Edizioni Messaggero Padova in occasione del trentesimo anniversario della morte del papa. Il testo fa parte della collana I testimoni che ha una struttura ben precisa: una parte in cui viene narrata la vita del personaggio, un'altra in cui ci sono testi del personaggio presentato e una terza parte che è una sorta di glossario.

I maligni definivano Montini come Paolo mesto e la memoria storica ce lo ha tramandato un po' in tono minore, compresso com'è tra il papa buono Giovanni XXIII e l'iper mediatico Giovanni Paolo II. Lo studio di Della Balda dona il giusto posto a questo grande papa che non fu né conservatore né progressista, ma un pontefice che seppe interpretare la modernità. Corroborato dai testi montiniani, l'autore mette in luce l'importanza di Paolo VI, dei suoi gesti sia come vescovo e cardinale di Milano prima, che come pontefice dopo: la grande missione di Milano, l'attività conciliare prima da cardinale e poi come papa, i viaggi (oggi è normale che un papa viaggi, allora no), i gesti di apertura ecumenica, le encicliche - forti e sofferte.

La figura di Paolo VI è imprescindibile dalla conoscenza non solo del cammino della chiesa cattolica ma anche dell'Italia degli anni di piombo. E il libro di Gabriele Della Balda è un valido sussidio per tutti (sebbene inserito in una collana i cui testi sono soprattutto per ragazzi) per avere uno sguardo d'insieme senza dubbio arricchente.

Gabriele Della Balda
Paolo VI. Il coraggio della coerenza
Edizioni Messaggero Padova, 2008
185 pp, euro 9,80

  • shares
  • Mail