Capitali del libro: verso aprile 2006

Nel 2006 l'Unesco ha deciso di affidare a Roma e Torino il titolo di "Capitale del libro".

Nel 2007 toccherà a Bogotà, in questo 2005 il riconoscimento è stato dato a Montréal.

Ne avevamo già parlato, ma ora si iniziano a delineare maggiori particolari.



L'anno letterario si aprirà il 23 aprile, Giornata mondale del libro dal 1995, e si festeggerà con librerie, biblioteche e centri culturali aperti fino a notte.

Il 2006 sarà quindi un anno all'insegna di arte, spettacoli, incontri con gli scrittori e ogni altro genere di promozione letteraria.

Per l'occasione Piazza Navona a Roma si trasformerà in una grandissima libreria a cielo aperto: un vero e proprio sogno per gli appassionati di lettura.

In seguito al riconoscimento acquisiranno maggiore notorietà tutte quelle manifestazioni che hanno reso famose, e sono servite alla nomina, le due città: la Fiera del Libro, il Festival delle Letterature, Libri in Campo, il Salone del Libro Storico e la Fiera della Piccola e media editoria, la sede di numerose ed importanti case editrici come l'Einaudi, la Minimum fax, per citarne due, per non dire dei premi letterari, tra cui soprattutto il Premio Strega.



Roma annuncia già che tra i progetti per il 2006 c'è un importante convegno su Calvino (chissà come risponderà Torino, che di Calvino è stata "mamma"), ed uno su Mario Soldati, un Festival della Scienza e uno dedicato alla Filosofia. A Torino, invece, già da tempo si è deciso come "lasciare il segno".

  • shares
  • Mail