Le relazioni culinarie, di Andreas Staikos

relazioni culinarie Capita, tornati da una vacanza in un posto che abbiamo molto amato, che vogliamo comprare qualcosa che ci ricordi quel viaggio. Magari, come è capitato a me, ci riempiamo casa di cartine topografiche dettagliate dell'Irlanda, o montiamo in camera uno scaffale che dovrà contenere dozzine di cd di musica folk scozzese che siamo intenzionati ad acquistare, quanto prima.

Se amate la Grecia e soprattutto la sua cucina, allora, vi consiglio un libriccino molto originale, uscito un po' di tempo fa, e che prende spunto da alcune ricette tipiche del Paese per costruirci intorno una storia di un insolito e sfortunato menage a trois.

Si intitola Relazioni culinarie, e narra la vicenda di due vicini di casa, Dimitris e Damocle che un giorno, facendo insieme colazione, scoprono da alcuni particolari di avere la stessa amante, Nanà.

Lei, infatti, si divide fra di loro incastrando orari e inventando sempre nuove scuse. Da lì inizia il tormento, e soprattutto la 'sfida' a distanza fra i due. Nanà infatti adora le acrobazie a letto, ma si lascia sedurre anche dalla buona cucina. Il suo piatto preferito è la zuppa di ricci, che le ricorda i coralli del mar Egeo. Ma sa giudicare con competenza anche un buon -tipico - agnello e patate o uno stufato.

Alla fine di ogni capitolo - e questa è l'idea originale che da sola vale il libro - ci sono le ricette dettagliate di tutti i piatti, veri protagonisti delle vicende dei tre amanti un po' naif.

Andreas Staikos
Le relazioni culinarie
Ponte alle grazie
9 euro

  • shares
  • Mail