Generazione mille euro: da bestseller a film

Diventa un film di Massimo Venier con Alessandro Tiberi, Valentina Lodovini, Carolina Crescentini, "Generazione mille euro": ve lo aspettavate? Sia Alessandro Rimassa che Antonio Incorvaia se lo immaginavano, "anche se è stato un parto abbastanza travagliato". Ma se di primo impatto quei cognomi non vi dicono nulla, sappiate che sono gli autori del bestseller uscito quattro anni fa (cliccate qui, se volete leggere il primo capitolo). Nel libro c'è Claudio, un laureato emiliano di 27 anni, che vive e lavora a Milano; fa il junior account. Condivide un appartamento in periferia e tira avanti con 1.028 euro netti al mese, senza tredicesima, né benefici, né garanzie; diversa la storia sul grande schermo.

Così il cinema scende a patti con la vita dei trentenni. Che prima di "generazione" si aveva in mente come lo "stereotipo presente nei film di Muccino, pieno zeppo di luoghi comuni (genitori dallo psichiatra, andare in giro con la moto, etc) ma non c’era mai stata una reale analisi del trentenne e del suo mondo che è anche quello del lavoro, delle spese, delle scelte.... L’augurio che mi faccio - dice Incorvaia - è che questo lungometraggio non resti un caso isolato del cinema italiano, ma si elevi a standard. Il grande schermo ha un’importanza fondamentale per la crescita delle nuove generazioni, usarlo in modo positivo per educare e far capire la realtà della vita fà sempre bene".

Via | Agoravox.it

  • shares
  • Mail