Espresso Book Machine: l'invenzione dell'anno che potrebbe rivoluzionare il mercato librario

colonna di libri Quante volte vi è successo di fare il giro di tutte le librerie che conoscete per cercare inutilmente un libro che è ormai introvabile? Sia a causa delle stupide e ignoranti leggi del mercato che favoriscono gli istant book e i best seller rispetto agli altri, sia per le politiche delle grandi catene di rivenditori, il cui listino si va sempre più assottigliando alle poche centinaia di libri che sanno di vendere; a me spessissimo.

Questa nuova invenzione nata negli States ad opera dell'editore Jason Epstein potrebbe in pochi ani, se adeguatamente migliorata e diffusa capillarmente, rivoluzionare completamente il mondo della vendita al dettaglio dei prodotti editoriali, consentendo un allargamento pressoché infinito del catalogo a disposizione dei lettori e mettendo fine a quel diabolico e terribile processo che conosciamo sotto il nome di "fuori catalogo".

Il macchinario in questione che dal nome, Espresso Book Machine, potrebbe ricordare a noi italiani una macchina da caffé, sembra essere molto simile ad una fotocopiatrice che, adeguatamente rifornita di titoli in pdf da una memoria virtuale, sarebbe in grado di stampare e rilegare un libro in soli cinque minuti. Decisamente rivoluzionario! L'unico problema per adesso sarebbe il prezzo, che per il ibri fuori catalogo potrebbe arrivare a 10 cents ogni pagina...

Via | Corsera
Foto | Flickr

  • shares
  • Mail