Scrittori come opere d'arte

Fare degli scrittori delle "opere d'arte" pare vada di moda.



Qui è possibile leggere come Giancarlo Neri ha inaugurato a Monza l'installazione "Lo Scrittore", una gigantesca opera in legno e acciaio di 4 tonnellate di peso per 10 metri di altezza e 11 di larghezza.

Un significato profondo lega "Lo Scrittore" alle ubicazioni scelte. L'opera, come spiega lo stesso Neri, "celebra la solitudine dello scrittore", simboleggiando il processo creativo della scrittura, che "obbliga" ad un isolamento totale dal mondo esterno. Lo scrittore, estraniandosi dalla realtà che lo circonda, rimane solo, al tavolo su cui lavora.



Qui invece, notizie sulla mostra ospitata a Villa Poniatowski, che ha come protagonisti Calvino, Elsa Morante e Pasolini.

  • shares
  • Mail