Jacques Prévert, il Gran Ballo di Primavera con foto di Izis

La domenica di Pasqua segna l'avanzare netto della bella stagione. Dopo un inverno freddissimo la città di Parigi si è risvegliata sotto un tiepido sole e vive ancora nelle parole di uno dei suoi più grandi cantori, Jacques Prévert, che ci narra del "Gran Ballo di Primavera", accompagnato dalle foto di Izis Bidermanas, più semplicemente Izis.

Vi potremmo dire candidamente che l'opera in questione la si trova tranquillamente in libreria, soprattutto nel paese d'origine di uno dei suoi due autori e d'adozione dell'altro, ma sarebbe falso, perché se l'album che vi presentiamo è stato disponibile per anni in commercio, dopo la prima edizione pubblicata nel 1951 le copie ancora acquistabili erano ancora molto richieste ed aggiudicarsene una non era cosa da tutti, ragione che ha spinto le edizioni Le Cherche-midi a rieditarla nel 2008, per la felicità di molti appassionati che si sono finalmente ritrovati tra le mani un piccolo capolavoro di versi e scorci, intervallati da 62 scatti del fotografo di origine lituana Izis, poeta per immagini.
Ma, nonostante ciò, non ci sembra di scorgere valide ragioni per non parlarne, soprattutto in questo momento dell'anno, che sembra coincidere perfettamente con l'idea di "Gran Ballo di Primavera" che da nome all'opera. Un susseguirsi di istantanee di una città che ha ceduto in certi punti alle lusinghe della modernità, ma ha conservato un fascino antico che si respira ancora in certe ruelle che rendono la coppia che segue sempre valida.

Paris est tout petit
c'est là sa vraie grandeur.
(Parigi è piccola
ecco la sua autentica grandezza)

Grand Bal du printemps
Jacques Prevert, Izis
Dimensioni 290 X 229
Edizioni Le Cherche-midi
Riapparso il 22/05/2008
153 pagine
ISBN 978-2-7491-1134-6

Via | cherche-midi.com

  • shares
  • Mail