Libri per l'8 marzo: figure letterarie al femminile

donne
Otto marzo festa delle donne, e con l'occasione Booksblog vorrebbe che tutti i lettori partecipassero a una rassegna delle figure letterarie di donna che più hanno amato nella loro vita. La domanda è semplice: quali le figure letterarie di donna che più vi hanno coinvolto, che più avete ammirato, odiato, leggendo le loro vicende nero su bianco?

Io personalmente penso alla Rose di 'La metà di niente' di Catherine Dunne, indimenticabile mamma che giorno dopo giorno deve ricostruire la sua vita con tre figli a carico dopo il tradimento-scomparsa del marito? (Per chi fosse interessata, c'è anche la seconda 'puntata', ovvero 'L'amore o quasi').

Oppure a Paula, che nella 'Donna che sbatteva nelle porte' di Roddy Doyle ci narra la sua storia di moglie e madre che sopravvive a un marito che la picchia mettendo al riparo la tua vita dall'alcool (anche qui, leggete il secondo volume, 'Paula'). Segni particolari: coraggio e grande senso di equilibrio in situazioni disperate.

Come dimenticare poi il sacrificio di Mariam in 'Mille splendidi soli'? O la mitica professoressa nella storia molto autobiografica 'Leggere Lolita a Teheran'? Ho amato il coraggio della protagonista di 'Luisa e il silenzio' o la generosa governante di 'Come le mosche d'autunno' , ad esempio, senza contare ovviamente tutte le eroine della vecchia Jane (Austen). E voi? Quali sono le figure letterarie di donna che più avete amato nella vostra vita?

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail