Adrian Mole di Sue Townsend: un classico dimenticato, in Italia

adrian moleAllora, dobbiamo dirla tutta: va bene il successo di Come parlare alle ragazze, va bene l'humour di Gregg la schiappa (recentemente edito dal Castoro, uno spasso). Ma non dimentichiamoci di Adrian Mole, per favore.

I diari di Adrian Mole, (13 anni e 3/4), ma anche 'Adrian Mole e le armi di distruzioni di massa' o gli Anni Selvaggi e quelli del Cappuccino. Insomma, perchè in Italia dobbiamo accontentarci di leggere solo il primo dei volumi che ho tradotto (pubblicato da Sperling & Kupfer) e non abbiamo gli altri? Anche perchè fra l'altro 'I diari segreti di Adrian Mole' iniziano a figurare come 'di difficile reperibilità' o anche 'non disponibili' in molti siti di vendita di libri on line.

Adrian Mole, l'adorabile ragazzino con più di un problema in famiglia, il pradolescente con una vaga cotta per l'amica Pandora, uscito dalla penna di Sue Townsend, è un autore su cui più di una casa editrice potrebbe puntare con successo, rispolverando quello che fuori dall'Italia è giustamente già un classico della letteratura per ragazzi e non solo. Con la sua impareggiabile ironia british, con il suo sentirsi inadeguato di fronte alle cose e le sue ipotesi alternative per risolvere i problemi (puntualmente inconcludenti) Adrian è un mito, e ha molto da insegnare (e molto ci fa ridere) a tutti noi.

Sue Townsend
Il diario segreto di Adrian Mole
S&K
10,50 euro

  • shares
  • Mail