Da Aborto a Zapatero - Il vocabolario laico di Vladimiro Polchi

vocabolario_laico_vladimiro_pochi L'Italia è dovrebbe essere uno stato laico, ma ormai è sempre più vero il contrario. Dal dibattito sulla fecondazione assistita di qualche anno fa, alla questione del crocifisso nelle aule scolastiche, fino a quello molto attuale del testamento biologico che la triste vicenda di Eluana Englaro ha risollevato, quasi non passa giorno senza che il Vaticano non intervenga nella vita politica e sociale di questa nostra strana Repubblica.

E' in questo contesto, ormai pazzescamente normale, che, per cercare in qualche modo di risollevare le sorti della laicità in Italia, Vladimiro Polchi, giornalista e scrittore classe 1973, propone il suo "Da Aborto a Zapatero - un vocabolario laico" edito da Laterza, una raccolta di 63 voci che percorrono l'attualità e l'alfabeto da Aborto a Zapatero, tra i due c'è spazio poi per Cellule staminali, Eutanasia, Immigrazione, Omosessualita', RU486, Trapianti e tanti altri.

Se non conoscessimo l'Italia saremmo sicuri del successo straripante di questa impresa; ma visto che ben sappiamo come vanno le cose in questo nostro paese, ridotto ormai a"giardino del papa", come lo chiama Polchi nella sua introduzione, possiamo solamente consigliarne a tutti la lettura, e sperare di diventare anche noi, presto o tardi, un paese moderno e laico come il resto d'Europa.

Vladimiro Polchi
Da Aborto a Zapatero - Un vocabolario laico
Laterza
euro 15,00

  • shares
  • Mail