La fine della strada di John Barth

copertina la fine della strada A minimum fax va riconosciuto il merito di avere riportato all'attenzione dei lettori italiani un grande patrimonio letterario, quello degli scrittori americani anni '50 e '60: Richard Yates, ormai famoso grazie al film Revolutionary road; Bernard Malamud e John Barth. Ho finito ora di leggere La fine della strada di quest'ultimo e la sensazione è di essere entrata in contatto con qualcosa di universale. L'impressione è la stessa che ho avuto dopo avere terminato i romanzi degli altri due autori di cui parlavo poc'anzi.

Ciò che contraddistingue gli scrittori di tale calibro è la capacità di raccontare sospendendo il giudizio: tutti i personaggi sono esseri umani e come tali vengono descritti. Non c'è indulgenza, ma una profonda lucidità che rende gli attori delle vicende nella nuda e cruda umanità. Un po' un'estensione del pensiero di quel che De Andrécantò molti anni più tardi: "Se non sono gigli, son pur sempre figli vittime di questo mondo". Sono tutti meschini, ipocriti, traditori, opportunisti, ma anche teneri, appassionati, entusiasti. Insomma, ci provano a vivere e ce la mettono tutta.

Nel libro di Barth il protagonista è Jacob Horner, un insegnante affetto da immobilità esistenziale. E' in cura da un eccentrico dottore che prende a cuore il suo caso quando lo trova paralizzato per una notte intera sulla panchina di una stazione. Dopo averlo ricoverato nella sua casa di cura ambulante, lo invita a cominciare una nuova vita accettando un posto come professore in un'università dell'East Coast. Qui Jacob conosce i coniugi Morgan con i quali comincia uno strano triangolo amoroso, intriso di speculazioni filosofiche ed eventi tragicomici.

La fine della strada è il secondo libro di Barth, pubblicato dopo il successo ottenuto dall'Opera galleggiante. E' definito il libro meno "barthiano" dell'autore per via dello "stile asciutto e lineare dallo straordinario mordente" in contrapposizione con "la tendenza barocca, sperimentale e metanarrativa che contraddistingue gran parte della sua opera".

La fine della strada
John Barth
minimum fax
€ 10

  • shares
  • Mail