La vedova di Philip Dick completa il romanzo incompiuto del marito

owl_in_the_daylight La signora Tessa Dick, vedova del compianto Philip K. Dick, autore di memorabili romanzi fantascientifici morto più di venticinque anni fa, ha da poco annunciato, su un sito americano dedicato al self-publishing, la prossima uscita dell'ultimo romanzo del marito, scritto, o meglio, terminato da lei.

L'autore americano, famoso in tutto il mondo per avere ispirato con il suo "Ma gli androidi sognano pecore elettriche?" la realizzazione del cult movie Blade Runner di Ridley Scoot, nel periodo di poco antecedente alla sua morte stava lavorando su un nuovo progetto intitolato "The owl in the daylight - Things are not as tehy appears" (letteralemente "Il gufo alla luce del giorno - le cose non sono quello che sembrano") di cui aveva, a quanto pare, abbozzato la trama.

Ora, il percorso editoriale di questo libro non è nuovo, ci troviamo infatti di fronte alla classica opera incompiuta lasciata in un cassetto che viene ripescata e completata da qualche erede dell'autore; qualcosa del genere era già accaduto qualche tempo fa con "I figli di Hurin"di J.R.R. Tolkien, completata tra durissime polemiche dal figlio, la grande novità di questa vicenda è che, stranamente, la vedova Dick non ha trovato alcun editore pronto a finanziare la stampa dell'opera ed è stata costretta a pubblicarlo a sue spese. Per adesso lo si può trovare su Amazon, vedremo se quacuno lo tradurrà e lo pubblicherà in Italia.

Via | Libero.it

  • shares
  • Mail