Fiocco azzurro nel Regno Unito: è nato il Barleypunk

barleypunkJonathan McCalmont ha inventato il Barleypunk, un ombrello letterario che riunisce una generazione di romanzieri mainstream. Jonathan è un trentaduenne londinese, vive facendo il critico letterario e cinematografico, nonché l'editore di FruitlessRecursion (sito riservato alla critica nel settore fantascientifico). Non si è ancora capito bene se Matthew de Abitua, David Llewellyn, Will Ashon e Mark Wernham, siano felici di esserne entrati a far parte.

Perché? Il nome di questo nuovo genere prende spunto dalla sitcom Nathan Barley (2005), dove si raccontano le grottesche vicende del webmaster Nathan, sicuro in cuor suo di essere 'cool'. Ma talmente calatosi nella parte, da voler convincere gli altri di questo suo status. Peccato che il giovane si diverta a postare fotomontaggi sul suo sito, dove gli piace accostarsi ai vip di turno.

Ogni riferimento a questi fatti è puramente voluto. In fondo McCalmont ha riunito un generale senso di malessere verso lo status quo. Era stato già descritto in “Cuore di tenebra” di Joseph Conrad (1902). A differenza di Conrad però, queste nuove leve ci ridono su. Mettendo il problema in chiave comica.

Fonte | fantascienza.com

  • shares
  • Mail