Il senso del dolore di De Giovanni incanta Napoli presso Il Pozzo e il Pendolo


Ne "Il senso del dolore" di De Giovanni abbiamo già intinto le dita a metà agosto, ma per un'altra immersione, e stavolta ben più completa, ecco spuntare uno spettacolo dedicato, organizzato presso la sede de Il Pozzo e il Pendolo di Piazza San Domenico a Napoli, già teatro della rappresentazione dello "Studio in rosso". In questa cornice le parole di De Giovanni danno nuovo spazio al Commissario Ricciardi, investigatore tormentato da un singolare potere, impegnato in una nuova inchiesta sullo sfondo della sua Partenope milionaria e fascista, e portano sulla scena la prima avventura del più noto personaggio di uno dei più amati giallisti napoletani contemporanei.
Appuntamento il 16 e il 17 marzo, per dar vita ad una storia che pizzica la pelle e tira fuori tonnellate di suggestioni mortifere, risvegliate dall'incanto del Bel canto.

Luigi Alfredo Ricciardi vede i morti che gli parlano ripetendo all’infinito l’ultimo pensiero che li ha tormentati nell’istante del trapasso. Uno straziante grido d’aiuto che solo lui può raccogliere e di cui si fa carico con coscienza e umanità. Al teatro S. Carlo, durante la rappresentazione della Cavalleria Rusticana, viene trovato il cadavere del tenore Arnaldo Vezzi. Il suo spirito affranto accoglie il commissario Ricciardi con un canto addolorato, un solo verso, sempre lo stesso che guiderà il giovane poliziotto verso una verità dolorosa quanto amara. Con uno dei giallisti più amati del momento, un altro libro diventa teatro

Via | ilpozzoeilpendolo.it

  • shares
  • Mail