Nero a Manhattan - Jeffery Deaver

Esce oggi “Nero a Manhattan” di Jeffery Deaver. Ed è una vera e propria chicca, visto che si tratta dell’opera prima di uno dei più apprezzati autori americani di thriller, venduto in 150 paesi e tradotto in 25 lingue. Il personaggio di Lincoln Rhyme - che sarebbe giunto con “Il collezionista di ossa” e che gli avrebbe dato fama internazionale - non era ancora nato, ma il talento di Deaver si mostra da subito, in tutto il suo nero splendore, con questo brillante romanzo, avvolto in un'atmosfera noir anni Quaranta e con una detective decisamente fuori dagli schemi.

Il romanzo in sintesi:

Nero a Manhattan è il titolo di un vecchio film del 1947 che Robert Kelly noleggia ripetutamente nel negozio di video dove lavora la giovane Rune, una punk dai capelli viola, con casa in un loft abbandonato di TriBeCa e una passione divorante per il cinema. Una sera, Rune passa dall’appartamento del suo anziano cliente a ritirare il film e scopre che Kelly è stato assassinato.

La polizia non ha dubbi: si tratta di una rapina finita male. Ma Rune è sicura che la ragione dell’omicidio vada ricercata nei fotogrammi in bianco e nero del film, che racconta la storia vera di un colpo in banca e di un bottino da un milione di dollari nascosto in una valigia e mai recuperato. Presa la decisione di indagare per conto suo, Rune diventa la protagonista di un’avventura intensa e piena di suspense che, tra equivoci e scambi di persona, la porterà a scoprire la verità che si cela dietro un omicidio apparentemente senza senso.

Nero a Manhattan
Jeffery Deaver
Rizzoli
€ 19,50

  • shares
  • Mail